Monthly Archives

maggio 2019

Interviste

Intervista a Cosetta Turco, ballerina, attrice e ora imprenditrice.

Outfit by Maison Lombardi Haute Couture – Bruno Angelo Porcellana Ph. – MUA Liliana Fiore

Nonsolomodanews ha il piacere di presentare ai propri lettori l’attrice e ballerina italiana Cosetta Turco. Cosetta muove i primi passi di danza a soli 6 anni, in una scuola della provincia di Padova: è qui che scopre la sua prima vocazione, quella per il ballo, grazie alla quale approderà al mondo dello spettacolo. Studia con i migliori insegnanti italiani, ma decide di perfezionarsi anche all’estero: si sposta a New York, Parigi, Los Angeles, luoghi in cui prosegue i suoi studi da ballerina e si avvicina anche alla recitazione. La sua avventura inizia sul piccolo schermo a 19 anni, con Tira e Molla. Seguono partecipazioni ad altri famosissimi programmi come La Sai l’Ultima, Chiambretti C’è, C’è Posta per Te, Buona Domenica e Domenica In. Come attrice prende parte a diverse fiction come Grandi Domani, Distretto di Polizia 8 e RIS 5, fino ad approdare ad un’importante produzione internazionale, La Selección, serie televisiva campione di ascolti in Colombia. Tra il 2010 e il 2012 crescono gli impegni cinematografici: Cosetta è co-protagonista in Napoletans di Luigi Russo, E io non Pago di Alessandro Capone e Operazione Vacanze di Claudio Fragasso; nel 2013 arriva il ruolo da protagonista in The Stalker di Giorgio Amato. Recentemente ha girato, recitando in inglese, The Evil Inside di Carlo Baldacci Carli, Forerever Mine e Unforgettable Supper. Cosetta ama molto anche il teatro. È stata in scena al teatro Ambra di Roma con lo spettacolo Amaranto. Inatteso… e sorprendente amore. Poliedrica, versatile, curiosa e intraprendente Cosetta ha deciso di dedicarsi anche al mondo dell’imprenditoria. Dal 2016 infatti ha aperto una scuola di lingue insieme a suo marito, Robert James Perilli, italo-canadese, perché avendo viaggiato molto e essendosi confrontata con innumerevoli culture, ha capito l’importanza del poter comunicare con chiunque senza interpreti e traduttori. Così facendo supporta e mette al servizio di tutti gli studenti le sue esperienze di vita e la sua positività, le quali unite alla professionalità di Robert compongono una miscela esplosiva che darà sicuramente vita a molte altre interessati avventure!

Continue Reading

Interviste

Edoardo Adamuccio: molto più di un influencer

Edoardo Adamuccio è più di un semplice influencer: studia farmacia ed è un attore, la sua attività sui social è solamente secondaria nonostante abbia riscosso ben 13 mila follower su Instagram dal 2013. Conquista i fan con un mix di stile ed arte dimostrando che si possono portare avanti più interessi allo stesso tempo. Oggi parliamo del ruolo che i social network hanno nella sua vita e di come porta avanti questa attività.

Continue Reading

Articoli

RIMINI WELLNESS ti attende

Anche quest’anno, dal 30 Maggio al 2 Giugno, si svolgerà presso il centro Fiera di Rimini, la più grande manifestazione italiana rivolta a tutto ciò che è il mondo dello sport, del fitness e di tutto ciò che gravita attorno a queste realtà: accessoristica, macchinari, novità, abbigliamento, competizioni di ogni genere: body building, power lifting, pole dance, Zumba, combattimenti e tutto ciò cui potete pensare. A RiminiWellness non manca proprio nulla e nessuno; la manifestazione ospiterà infatti circa 280000 persone che nell’arco dei quattro giorni potranno guardare, acquistare, provare corsi, discipline e attrezzature.

Continue Reading

Articoli

Černobyl – 33 years later – visti e raccontati dal fotografo Marco Travan

Il 26 aprile di quest’anno è stata la triste ricorrenza del 33esimo anno dell’incidente nucleare di Cernobyl . Per i più giovani questo nome non dice nulla ma, chi è un po’ più grande, fa ritornare alla mente l’incidente che è avvenuto presso la centrale nucleare e che ha coinvolto in primis l’Ucraina ma anche una buona parte dell’Europa e ovviamente anche l’Italia. Andando a memoria furono vietate la vendita di ortaggi, formaggi, latte e tutto quello che era all’aperto e che poteva essere stato contaminato. Purtroppo il decadimento degli isotopi radiottivi – in primi il cesio 137 – può durare svariati anni se non migliaia e questo fa si che l’area attorno alla centrale (e non solo) sia ancora altamente contaminata. Ogni anno l’area interessata dall’incidente è meta di persone che con indumenti protettivi vanno a visitare quello che è rimasto dopo l’evacuazione. Questo è il caso di Marco Travan, amico di Nonsolomodanews, che proprio di recente ha avuto l’opportunità di visitare Cernobyl e fare un reportage fotografico.  Ringraziamo l’amico Marco Travan per l’articolo e le belle fotografie a corredo.  Buona lettura! 

Continue Reading