Interviste

Sara Verlicchi, Venere Simpatia 2020

Non vi è alcuna galleria selezionata o la galleria è stata eliminata.

 

Nonsolomodanews ha il piacere di presentare, ai propri lettori, le concorrenti che hanno partecipato alla finale nazionale del concorso Venere d’Italia 2020 del patron Pietro Cortese, che si è svolto nell’incantevole cornice dell’hotel “La Meridienne” di Palestrina (Roma) che hanno ottenuto una fascia nazionale. E’ il turno di Sara Verlicchi, Venere Simpatia.  Ringraziamo lo staff del concorso e Sara  per averci concesso questa intervista e auguriamo ai lettori di Nonsolomodanews buona lettura.

Ti vuoi presentare?  “Mi chiamo Sara Verlicchi, ho 16 anni, sono nata e vivo a Lugo, in provincia di Ravenna. Ho gli occhi marroni, i capelli castani, sono alta 1,65, porto il 39 , ho la vita di 68 cm e i fianchi di 75 cm e porto la 2C/3B”.

Complimenti per avere conquistato la fascia Venere Simpatia.

Ci dici in due parole le emozioni che hai provato partecipando al concorso? “Questa esperienza è stata fantastica e allo stesso tempo tosta.”

Come sei giunta alla finale nazionale? “Ho partecipato alle selezioni del concorso nella regione Emilia-Romagna, aggiudicandomi la fascia di Venere Romagna.”

Come affronti la questione Covid19? “Sicuramente questa situazione non è semplice per nessuno, ma io come molte altre persone, rispetto le regole, tenendo la mascherina ove è richiesto, mantenendo le distanze di sicurezza e cerco di evitare di fare assembramenti.”

Come sei di carattere? “Sono una persona abbastanza timida, però quando conosco meglio le persone sono molto simpatica e socievole, inoltre sono un pò permalosa.”

Sei una persona ambiziosa? “Si, molto.”

Qual è il colore preferito? “Rosso, rosa e bianco.”

Che cosa è per te la femminilità? “Per me la femminilità è qualcosa di astratto,tutte le persone possono esprimerla in qualunque modo.”

Pensi che presentarti davanti al pubblico in costume possa ledere la tua femminilità? “No, non penso che un costume danneggi la mia femminilità, anzi fa tutt’altro.”

Quando hai iniziato a partecipare a concorsi di bellezza? “Ho iniziato a partecipare ai concorsi circa 6 mesi fa.”

Ti ricordi la prima volta? “Si, mi ricordo bene, poiché ero molto in imbarazzo e non conoscevo nessuna delle ragazze.”

Quali sono i generi fotografici che preferisci e perché? “Mi piacciono gli scatti di moda, di costumi da bagno e di fitness.”

Hai un progetto fotografico ti piacerebbe realizzare? “Mi piacerebbe molto fare degli scatti al mare e/o degli scatti per qualcosa riguardante il mondo del fitness o della palestra.”

Hai degli hobby? “Mi piace molto andare in palestra e cucinare.”

Hai una modella famosa che conosci e alla quale ti ispiri? “Si, mi piace molto Kendall Jenner.”

Che cos’è per te la moda? “Per me la moda è tutto ciò che riguarda le nuove e le vecchie tendenze sui capi d’abbigliamento e sugli accessori.”

Qual è l’accessorio che non ti stacchi mai quando esci? “Amo alla follia gli anelli e le borse.”

Come ti informi, giornali o TV? “Solitamente mi informo tramite internet.”

Cosa significa per te essere simpatica? “Per me essere simpatica significa far stare bene le persone ed essere anche una persona vera,perchè le persone false credo non stiano simpatiche a nessuno.”

Come è stato il rapporto con le altre concorrenti del concorso? E’ nata qualche nuova amicizia?  “Durante il concorso ho legato ancora di più con il gruppo della mia regione, poi ho fatto nuove conoscenze. Però c’è stata una ragazza in particolare con cui ho legato molto e nonostante la distanza ci siamo tenute in contatto.

Se avessi di fronte a te le altre concorrenti del concorso che cosa le vorresti dire che non hai detto la sera dell’incoronazione della Venere d’Italia 2020? “Avrei detto che erano tutte bellissime e che non si sarebbero dovute abbattere qualora non avessero vinto o preso una fascia.”

Hai un episodio/aneddoto curioso che ti è capitato durante la finale che ci vuoi raccontare? “Durante uno di quei giorni mentre eravamo a pranzo io e il gruppo della mia regione siamo arrivate a parlare di un discorso pesante e ci siamo messe a piangere tutte e sette e le ragazze delle altre regioni ci venivano a chiedere se stessimo bene o meno e in quel momento ho capito che eravamo veramente unite noi come gruppo e che comunque anche se era una competizione ci sono stati atti di generosità e di altruismo.”

Sogno nel cassetto? “Mi piacerebbe molto lavorare nel mondo dello spettacolo come presentatrice.”

Ultima domanda, hai qualche persona in particolare da ringraziare per la tua partecipazione al concorso Venere d’Italia? “Si, voglio ringraziare i miei genitori e la mia sorellina che hanno creduto in me sin da subito e che mi hanno spinta ad andare avanti in questo percorso, poi vorrei ringraziare i miei agenti, che sono Marco Fabbri e Cinzia Nassi Tiranelli e tutte le mie compagne di regione.”

Bruno Angelo Porcellana 

Le fotografie sono state fornite da Sara Verlicchi – I crediti appartengono ai relativi fotografi
 Tutti i diritti riservati © 2020 – Email: nonsolomodanews@gmail.com

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply