Interviste

Zeudi Zuin, giovane fotomodella, già finalista del concorso Miss Italia 2013, si presenta a Nonsolomodanews.

Zeudi Zuin

Zeudi Zuin

Nonsolomodanews ha il piacere di presentare ai propri lettori Zeudi Zuin, giovane ragazza di origini venete laureata in progettazione e gestione del turismo culturale presso l’università di Padova. Zeudi è stata finalista nazionale del concorso di Miss Italia nel 2013. Ha molte hobby, oltre a quello di fare la modella e fotomodella, come leggere. Per Zeudi la moda è uno <<state of mind>>, un sentirsi bene con se stessa. Non anticipiamo null’altro in quanto Zeudi ci ha dedicato molto tempo e per questo ringraziamo Zeudi  e auguriamo ai lettori di Nonsolomodanews buona lettura.

Ciao Zeudi, benvenuta su Nonsolomodanews, ti vuoi presentare ai nostri lettori? “Ciao a tutti! Mi chiamo Zeudi Zuin, sono nata a Padova  il 7 gennaio 1991 e ho 24 anni. Sono alta 171 cm, ho i capelli lunghi color castano, occhi marroni e le mie misure sono 83 di seno, 61 di vita e 89 di fianchi e porto il 37 di scarpe. Ho frequentato il Liceo Linguistico e successivamente mi sono laureata in Progettazione e Gestione del Turismo Culturale presso l’Università di Padova. Nel frattempo sin da quando ero adolescente ho partecipato a molti concorsi di bellezza classificandomi in buone posizioni, fino a quando nel 2013 sono riuscita a coronare uno dei miei più grandi sogni: far parte delle 63 finaliste più belle d’Italia alla Finalissima di MissItalia 2013”. Questo, nel frattempo, mi ha permesso di lavorare come modella e fotomodella.

Come sei di carattere? “Mi definisco una persona poliedrica, sensibile, riservata, umile e molto vanitosa; e talvolta una gran rompipalle, chi mi sta vicino lo sa bene XD. Insomma non ho un carattere facile. Sono altrettanto schietta e diretta, insomma non ho peli sulla lingua, se devo dire qualcosa a qualcuno lo faccio senza tante remore, passando purtroppo certe volte dalla parte del torto. Ad una prima impressione posso sembrare presuntuosa e troppo riservata, in realtà una volta acquisita la fiducia della persona ho una gran disinvoltura a relazionarmi con il prossimo.  Detesto il perbenismo, l’ipocrisia e l’invidia. Può bastare?XD”.

Sei una ragazza curiosa? “Si, abbastanza, direi, per le cose che nutro interesse o curiosità si! Mi piace conoscere,  informarmi, andare a fondo delle cose.

Qual è il tuo colore preferito? “Il mio colore preferito è il bianco. Lo indosso spesso, penso stia bene con il colore della mia pelle, e in più mi conferisce tranquillità”.

Quale musica ti piace? “Non ho un genere preferito, per lo più ascolto musica commerciale, ascolto un po’ di tutto”.

Quali sono le tue passioni? “Mmmm passioni, vediamo un po’.. Ascolto musica, sono una grande appassionata di film, infatti vado spesso al cinema, mi piace stare all’aria aperta e da qualche anno ho riscoperto la passione per il leggere, magari leggo qualche paginetta prima di andare a dormire.  I settori che mi appagano maggiormente sono l’arte, la moda, il turismo e l’alimentazione. E ovviamente, ultimo ma non da ultimo, adoro fare shopping!XD”.

In una tua fotografia di ritratto che cosa noti immediatamente? “La prima cosa che noto in una fotografia di ritratto è lo sguardo. Lo sguardo deve saper comunicare, deve esprimere un qualcosa. Gli occhi sono tutto, sono lo specchio dell’anima. Poi sono importanti anche i gesti, la posa”.

Quali sono le tue sensazioni quando vieni fotografata? “Quando vengo fotografata mi sento libera, priva di pregiudizi, priva di tutte le imposizioni sociali. Sono me stessa, messa a nudo. Può sembrare strano, ma è così. È come se la cosiddetta “maschera pirandelliana” venisse annullata, ok stiamo andando troppo sul filosofico ora!XD Devo molto alla fotografia, mi ha aiutato a prendere coscienza di ciò che sono. Una volta non ero così, ero timida, impacciata, inconsapevole, strano, vero? “.

Che cosa è per te la moda(fashion)? “Per me la moda in senso stretto è un modo di essere, è uno <<state of mind>>, è un sentirsi bene con sé stessi; non deve essere imposta, deve venire da dentro.  Se vogliamo, in senso più generale, è anche un mezzo di comunicazione, attraverso ciò che io indosso comunico un qualcosa, no? Come quando, si dice che una donna indossa un completo intimo coordinato significa che vuole portarti a letto, no?! Dai su, non prendetemi troppo sul serio!XD”.

Qual è il tuo rapporto con la moda? “Si, la seguo, ma fino a un certo punto. Della serie, se un capo di vestiario è di moda ma a me non piace, di certo non la compro; di sicuro non posso definirmi una fashion victim!XD Trovo che la moda in un certo senso sia omologazione. Mi spiego meglio. Per esempio, adesso vanno di moda le camicie a quadri, allora tutte con le camicie a quadri; insomma, secondo me, questa è una sorta di massificazione, non so se rendo l’idea. Io sono per l’esclusività. Per esempio, tante volte mi capita di prendere i vestiti di mia mamma di quand’era giovane, ci faccio attaccare degli adesivi, li faccio accorciare, insomma li rielaboro a modo mio, li faccio miei, questo a mio parere significa sapersi distinguere! “.

Chi è il tuo fashion designer preferito? “Non ne ho uno in particolare, mi piacciono tutte le marche che siano in grado di esaltare la femminilità di una donna”.

La tua TopModel preferita? “In realtà ne ho due: Cindy Crawford e Kate Moss, che se messe a confronto sono diametralmente opposte. Cindy Crawford, mora, occhi scuri, lineamenti perfetti, fisico statuario, perfetta, sguardo profondo e ammaliante; in sostanza l’incarnazione della bellezza femminile per antonomasia. Kate Moss, l’opposto, bionda, non eccessivamente alta, magrissima, lineamenti duri, sguardo magnetico, dopotutto non proprio perfetta. Ma proprio per questo lei ha sempre una marcia in più, ha fatto delle sue imperfezioni il suo stile ed è questo quello che più mi piace di lei. Non è perfetta, ma ha quel qualcosa in più che spacca!  Ecco, questi sono i miei canoni! “.

Qual è il capo di vestiario che ami di più e quello di meno? “Capo di vestiario che più preferisco, un paio di leggins neri una T-shirt, mi sento a mio agio e mi piaccio. Quello che proprio non sopporto sono le ballerine, vi prego, abolitele!XD”.

Scarpe basse o tacchi? “Entrambi, adoro i tacchi, ne ho tantissimi, ma spesso di giorno per comodità uso le scarpe basse, un paio di sneakers, sportive e comode, stanno bene con tutto. I tacchi, per lo più, di sera e durante gli eventi, sinonimo di eleganza e sensualità”.

Un accessorio che non manca mai quando esci da casa? “Gli orecchini, non possono mai mancare, mi sento nuda se non li ho addosso”.

Ultima domanda, progetto fotografico che vorresti realizzare e perché? “Top secret!XD”.

Bruno Angelo Porcellana

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le fotografie state fornite da Zeudi Zuin
I credits delle fotografie appartengono ai relativi fotografi
Tutti i diritti riservati © 2015 – Email: nonsolomodanews@gmail.com

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    oakley womens sunglasses
    21 settembre 2015 at 8:01 pm

    Saved as a favorite, I really like your blog!

    • Reply
      admin-nonsolomodanews
      5 ottobre 2015 at 2:42 pm

      Thanks

    Leave a Reply