Interviste

Silvia Criscuolo, dalla provincia campana con la passione per la moda, lo spettacolo e la recitazione

Silvia Criscuolo

Silvia Criscuolo è una giovanissima ragazza della provincia di Caserta. Nonsolomodanews ha il piacere di presentarla ai propri lettori dopo averla conosciuta sui profili social. Come abbiamo anticipato nel titolo, Silvia è molto ambiziosa ma anche concreta e determinata. Studentessa delle superiori, vorrebbe entrare nel mondo dello spettacolo e per questo la recitazione in una impotetica lista sta al primo posto. Le piace la moda, la fotografia e non ha nessuna difficoltà a porsi di fronte a un obiettivo. Ringraziamo Silvia per averci concesso l’intervista e auguriamo ai nostri lettori buona lettura.

Ciao, benvenuta su Nonsolomodanews, ti vuoi presentare? “Ciao a tutti sono Silvia Criscuolo, ho 18 anni compiuti il 7 Settembre e attualmente vivo in un paese in provincia di Caserta.  Originariamente ero castana, bionda da un anno, capelli lunghi e occhi color nocciola. Sono alta 1,70 m porto la taglia 36/38, seconda di seno ed ho un 38 di piede.  Una delle mie qualità più importanti è la determinazione a raggiungere i miei obiettivi, non rispetto i paletti che mi vengono imposti ed affronto ogni ostacolo che mi si pone davanti. Sono solare e spiritosa, molto sicura di me stessa, mi piace avere tanti impegni, ma ciò che preferisco al mondo è coltivare la mia passione ovvero la recitazione. Mi piacerebbe diventare un’attrice e spaccare lo schermo televisivo”.

Come sei di carattere? “Abbastanza egocentrica e furba, non mi lascio mai imbrogliare, ma anche solidale e onesta, inoltre penso che ogni scusa sia buona per strappare un sorriso. Non provo vergogna dinanzi a nulla”.

Sei una persona curiosa? “Sono molto curiosa, devo sempre cercare di capire tutto ciò che accade intorno a me”.

Qual è il tuo colore preferito? “I miei colori preferiti sono il nero, il rosso e l’argento colori predominanti nel mio armadio”.

Quali sono le tue passioni? “Le mie passioni sono le attività del mondo dello spettacolo, in primis la recitazione, poi canto, sfilare, fare shooting, per questo mi sposto sempre”.

Vuoi fare la modell, fotomodella e perché? “Mi piacerebbe entrare a far parte del mondo della moda, ma non è il mio obiettivo principale”.

Cosa ti piace del mondo del fashion? “Nel mondo della moda mi affascina soprattutto posare per shooting, accetto anche le collaborazioni più strane, per esempio mi hanno proposto uno shooting sul solletico e ho accettato in quanto insolito. Mi piace fare pose fuori dalla norma, mi diverto di più nel vedermi e penso che l’auto ironia sia una dote importante per questo campo”.

Pensi che la vita sia una grande palcoscenico? “Penso sia malinconico paragonare la vita ad un palcoscenico, ma sono d’accordo con la metafora. La vita è un grande teatro dove ognuno di noi mette in mostra se stesso e non può evitare il giudizio da parte di terze persone. Mi trovo d’accordo con la visione di Pirandello: <<siamo unici, vediamo giudicati in 100mila modi diversi, eppure in fin dei conti non siamo nessuno>>. La gente parla, ti sfrutta e poi ti getta come se nulla fosse successo. Se solo ci fosse un po’ più di complicità e solidarietà fra le persone si eviterebbero molti malesseri, le persone non si sentirebbero sotto esame e potrebbero agire come meglio credono invece che in funzione della società”.

Ascolti musica? “Ascolto musica di tutti i generi, preferisco il rock ed il rap. Il mio rapper preferito è Nitro, seguito da Gemitaiz, Luchè e Salmo, inoltre adoro CardiB. Non ho cantanti preferiti in particolare”.

Qual è la stagione che preferisci? “Estate, amo il caldo”.

In una tua fotografia di ritratto che cosa noti immediatamente? “Noto subito il naso, anche nelle foto degli altri, solo che io ho un problema insolito: è piccolo. Quindi ho la fobia che risulti sproporzionata, oppure che le mie labbra risultino meno grandi di quanto sono. Anche gli occhi devono trasmettere qualcosa, nel complesso la posa non deve essere piatta e statica, ma dinamica e  ricca di passione”.

Quali sono le tue sensazioni quando vieni fotografata? “Davanti ad una macchina fotografica sono me stessa, non provo vergogna”.

Quali sono i generi fotografici che preferisci?Mi piacciono tutti i generi, basta che ci sia la luce giusta e che non mi chiedano pose provocanti”.

In generale, sfilare in costume/intimo pensi che possa essere lesivo della donna? “Non penso che sfilare possa essere lesivo nei confronti della donna dal momento in cui se lo fosse dovremmo considerare lo stesso aspetto dalla parte dell’uomo e non esisterebbero sfilate di moda in intimo maschile e femminile. Sono per la parità dei sessi, se l’uomo può farlo la donna non è da meno. Sfilare è uno sfoggio d’eleganza, la donna può mostrarsi in tutta la sua sensualità e fascino, per alcuni può sembrare sfruttamento, io penso che ognuno sia responsabile delle proprie scelte e che, per una donna, siano molto più lesive le critiche da parte dei cosiddetti “haters” che posare o sfilare in costume”.

Hai fatto corsi di portamento? “Sì, lo svolgo tutt’ora”.

Qual è il tuo rapporto con la moda?Ho un buon rapporto con la moda e con i fotografi con la quale lavoro, mi trovo sempre in sintonia, mi basta che siano persone serie ed io darò il massimo. Mi sono capitate delle persone alquanto sgradevoli, ma fa parte della vita, non solo della moda. L’importante è farsi furbi, in tutti i casi, riconoscere i pericoli e le truffe, non farsi prendere in giro e seguire il proprio sogno nonostante le insidie: se vali vai avanti. Ovviamente bisogna accettare le critiche e farsele scivolare addosso, se non si è molto forti e sicuri di sè stessi si rimane indietro”.

La tua TopModel preferita? “La mia top model preferita è Bella Hadid, ha l’eleganza e la sensualità da vendere, ma la donna più bella del mondo per me rimane Angelina Jolie”.

Qual è il capo di vestiario che ami di più e quello di meno?Amo i tubini, sono la mia droga. Non mi piace tutto ciò che non è aderente”.

Scarpe basse o tacchi?Ovviamente tacchi, tutta la vita, le scarpe basse solo per andare in palestra”.

Un accessorio che non manca mai quando esci da casa? “Il mio orologio, non mi piace essere in ritardo”.

Qual è il tuo rapporto con la tecnologia? “Penso che ormai non se ne possa fare più a meno, grazie alla tecnologia si sono venuti a creare molti impieghi in più ed è stato un’ulteriore invenzione che ha favorito la crescita intellettuale della specie umana. Ci prepariamo alla 4 era industriale, sarebbe impossibile retrocedere, inoltre la tecnologia ha migliorato molti aspetti della vita quotidiana, nessuno vorrebbe separarsene”.

Tu sei una che si informa leggendo i giornali, seguendo la televisione/radio o andando sulla rete? “Sono una che sta poco a casa, non guardo molta tv, ma se c’è una cosa che mi interessa è il telegiornale all’ora di pranzo e, quando posso, guardo “Le Iene” o “Striscia la notizia” la satira e le indagini mi hanno sempre attirata. Mi informo anche via social attraverso quotidiani online o pagine su curiosità”.

Pensi che stare molto tempo sui social serva a… socializzare o? Cosa ne pensi? “Sono una ragazza che trascorre molto tempo sui social, ma in primis vi dico che l’importante è non perdere di vista quelli che sono i propri obiettivi. Io da un certo punto di vista sono giustificata, perché quello che voglio diventare comprende il rapporto con persone le quali non si conoscono, spero che nella mia semplicità possa attirare l’attenzione su di me e che mi circondi di persone che credono in me e nelle mie capacità, non voglio creare una maschera per farmi piacere, non ne ho bisogno e se così dovessi fare di certo non sarebbe la recitazione la mia ambizione più grande. Penso che serva per temersi informati, socializzare, trovare qualcuno con le stesse passioni e farsi conoscere”.

Vai in discoteca? “Quando posso cerco sempre di andarci, amo ballare e l’atmosfera della discoteca in generale. Lavoro per un’organizzazione di eventi dove faccio la ragazza immagine”.

Dovessi spostare dalla tua città Natale, dove ti piacerebbe andare a vivere? “Il mio obiettivo è quello di evadere dal mio paesino, non esco mai a Piedimonte, il fulcro della vita mondana, dove frequento il liceo scientifico. Le persone mi giudicano per le passioni che inseguo, perché ho una mentalità molto aperta e perché non vesto in maniera sempre elegante. Mi criticano per la mia indole forte e combattiva. Cercano di affondarmi ma spicco sempre il volo. Ovviamente non sono tutti così, ci sono molte brave persone che rispetto, con la quali condivido i miei pensieri, ma se devo uscire la sera prediligo Napoli, Caserta o, se sono nei paraggi, anche Roma. In futuro vorrei spostarmi a Roma o Milano, ma sono molto legata anche a Napoli, la quale rimarrà sempre la mia città preferita”.

Che cosa significa inseguire un sogno per te? “Per inseguire un sogno non bisogna dormire, si devono sempre avere gli occhi aperti e stare attenti a non cadere nelle trappole. Bisogna crederci fortemente e non mollare mai. Chi si ferma è perduto”!

Ultima domanda, sogno nel cassetto che desideri realizzare?Il mio sogno è quello di recitare in una serie tv, poi più in là di condurre uno show televisivo”.

Grazie!

Bruno Angelo Porcellana

Le fotografie sono state fornite da Silvia Criscuolo  – I crediti appartengono ai relativi fotografi
Tutti i diritti riservati © 2019 – Email: nonsolomodanews@gmail.com

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply