Interviste

Sheila Verdi, intervista con la campionessa degli Aerialympics All Star hoop 2019

Sheila Verdi, 30 anni (festeggiati in questi giorni, auguri!), ginnasta ritmica e acrobata aerea.  I suoi primi passi li compie in punta di piedi, a 4 anni inizia a praticare danza classica e a 8 anni inizia la sua carriera agonistica come ginnasta di ritmica. Partecipa a numerose competizioni internazionali e campionati italiani di serie A1 conquistando nel 2002 il titolo di vice-campionessa italiana e vincitrice del campionato internazionale di Basilea nel 2005. Nel 2009 entra  a far parte della compagnia Rhyth.mix , una compagnia tutta al femminile composta da ex campionesse Italiane della ginnastica ritmica il cui spettacolo viene portato in tournée nei maggiori teatri italiani e all’estero. In Tv l’abbiamo vista nel corpo di ballo di Fiorello Show e nel programma “Scherzi a parte” condotto da Luca e Paolo su canale 5, come acrobata su rai 1 per “Ti lascio una canzone” condotto da Antonella Clerici e semi finalista a Italia’s got talent. Nel 2014 vince il campionato Extreme Dance Championship a Milano con il cerchio aereo. Nel 2014 vince il Campionato Mondiale a Hong Kong di acrobatica aerea con il tessuto. Nel 2018 ha vinto il campionato internazionale Aerial Fog Competition a San Francisco. Recentemente ha vinto la competizione internazionale Aerialympics All Star hoop 2019 a Portland in Oregon. Ora lavora in Italia e all’estero nei principali contest ed eventi. Nella sua performance cerca di esprimere l’unione di forza e di estrema flessibilità, attraverso un movimento sinuoso ed elegante.

Fino a poco tempo fa ti conoscevamo come campionessa del mondo di acrobatica aerea con il tessuto, di recente ha vinto il Winner Aerialympics All Star Hoop 2019 a Portland, Oregon. Ci racconti la tua ultima esperienza e la vittoria? “È sempre emozionante salire su un palco soprattutto quando sai di confrontarti con atlete provenienti da diverse parti del mondo. Prima di partire non ci si sente mai preparati abbastanza e negli ultimi mesi ho avuto un brutto infortunio alla spalla che mi ha impedito di allenarmi quanto avrei voluto. Ricordo che prima di entrare in scena l’adrenalina era alle stelle e fino alla fine della gara non sapevo quale risultato aspettarmi. La mia vittoria è coincisa con l’arrivo dei miei 30 anni per cui non potevo ricevere un regalo migliore”.

Come sei di carattere? “Sono una persona riservata. Sono una che osserva molto da lontano ed entra nella vita delle persone in punta di piedi. Mi fido di poche persone perché penso che la fiducia sia talmente preziosa da non poter essere regalata a chiunque . Sono fatta di cose che non mi piace mostrare subito, mi piace tenerle per me e conservarle per quando sento che ne vale la pena mostrarle. Sono molto testarda e estremamente determinata. Fin da bambina ho scelto la mia strada, sono piena di sogni e di obiettivi che in ogni modo cerco sempre di conquistare”.

Sei una persona curiosa? “Esistono due tipi di curiosità: una buona e una cattiva. Io appartengo alla prima… quella motivante. Quella che ti porta a cercare sempre qualcosa di nuovo, di sorprendente. Curiosi di imparare sempre cose diverse, stili differenti, la curiosità di vedere posti nuovi e confrontarsi. Credo che nel mio lavoro sia molto importante esserlo. Quella cattiva non mi è mai appartenuta. Quella che dimentica le proprie problematiche e si interessa di più a quelle degli altri, quella del pettegolezzo. Vengo da uno sport di sole donne… so bene di cosa si tratta”.

Qual è il tuo colore preferito? “Sono due: il rosa e il giallo”.

Quali sono le tue passioni? “Lo sport è la mia più grande passione fin da quando ero bambina. Amo allenarmi. Amo la danza in tutte le sue forme. Ho una grandissima passione per gli animali…hanno un’anima pura, amano incondizionatamente senza mai chiedere nulla in cambio ( ho un amore smisurato per il mio gatto Silk) ”.

E’ vero che la curiosità sia femmina o è un luogo comune? “In linea di massima è vero ma conosco certi uomini…”.

Tu vivi più in aria che a terra, pensi che la vita sia una grande palcoscenico?“Assolutamente si, la vita è un grande palcoscenico nel quale ognuno di noi è invitato a salire. Poi spetta a noi scegliere se essere protagonisti o se nascondersi fra le comparse. In entrambi i casi ci sarà sempre un pubblico pronto a giudicarci”.

Quale musica ti piace? non ho una musica preferita in realtà. “Ascolto generi molto diversi fra loro. È il mio umore a decidere la playlist della giornata. Per quanto riguarda le mie coreografie ultimamente la scelta è sempre sul genere classico. Nella mia ultima gara ho portato una cover di un brano di Antonio Vivaldi”.

Cantante maschile e femminile preferito? “Gruppo preferito in assoluto i Coldplay. Se dovessi scegliere una cantante donna Madonna”.

Prima di fare la tua performance come ti concentri?  E’ una cosa che mi è stata insegnata da bambina nella ginnastica dalla mia allenatrice Elisabetta Ladavas. Prima di entrare in scena è importante prendersi 5 minuti in disparte e ad occhi chiusi immaginare tutta la coreografia passo dopo passo eseguita in maniera perfetta. È un modo per concentrarsi ed entrare carichi e positivi”.

Nelle prossime settimane ci sarà la Milano Fashion Week, che cosa è per te la moda (fashion)? “Io credo che la moda sia un modo di esprimere le tue idee e quello che hai dentro per mezzo del tuo aspetto esteriore. Moda è sperimentare. La moda è un linguaggio, comunicare un messaggio a chi osserva attraverso forme e colori diversi. Moda è libertà”.

Qual è il tuo rapporto con la moda? “Amo fare shopping ma fortunatamente ho poco tempo per farlo. Io sicuramente non sono una fashion victim sempre aggiornata sugli ultimi capi e accessori di tendenza…  La mia moda è il mio stile personale, quello che mi fa sentire a mio agio con me stessa! A volte il mio look dipende molto dall’umore con cui mi sveglio la mattina. Si dice sempre che <<è lo stile che resta la moda è passeggera>> no? ”.

Qual è il capo di vestiario che ami di più e quello di meno?Sono una sportiva… vivo praticamente ogni giornata in tuta. L’outfit ideale per me è sempre leggins e top sportivo. Non amo particolarmente i tacchi o meglio amo guardarli su altre ragazze ma io sono per la comodità (ad ogni matrimonio finisco a camminare scalza…)”.

Scarpe basse o tacchi?Scarpe da ginnastica tutta la vita”.

Un accessorio che non manca mai quando esci da casa? Sono super affezionata a due anelli che indosso sempre e che mi sono stati regalati da due persone molto importanti nella mia vita”.

Qual è il tuo rapporto con la tecnologia? La tecnologia è una gran bella cosa. Ma personalmente non amo passare molto tempo sul computer/cellulare”.

Tu sei una che si informa leggendo i giornali, seguendo la televisione/radio o andando sulla rete? Principalmente tv. 

Pensi che stare molto tempo sui social serva a… socializzare o? Cosa ne pensi? Non amo stare sui social per socializzare. Credo siano molto utili per il mio lavoro… per promuovere i miei workshop, i miei spettacoli o per sponsorizzare eventi”.

Vai in discoteca? No. Ho sempre preferito passare il tempo a chiacchierare con gli amici in un pub piuttosto che in discoteca. Nove anni fa lavoravo come acrobata in molti locali poi ho abbandonato”.

Dove ti piacerebbe andare a vivere? “Amo il caldo, vorrei fosse sempre estate. Isole Canarie non sarebbe male”.

Che cosa significa inseguire un sogno per te? “Un sogno si realizza quando lo vuoi davvero, quando ci credi con tutto te stesso. Inseguire un sogno significa combattere qualsiasi sfida pur di raggiungerlo”.

Ultima domanda, sogno nel cassetto che desideri realizzare? “Ho tanti sogni ma sono un pò scaramantica e tendo a rivelarli dopo averli realizzati. Diciamo che spero di continuare a viaggiare tanto, di raggiungere sempre nuovi traguardi nella mia carriera d’artista e di volermi sempre bene”.

Bruno Angelo Porcellana 

Le immagini sono state fornite da Sheila Verdi – I crediti appartengono ai relativi fotografi
Tutti i diritti riservati © 2019 – Email: nonsolomodanews@gmail.com

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply