Interviste

Beatrice Angelini, una giovane fotomodella ma con esperienza, alla ricerca di un progetto che la sorprenda

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nonsolomodanews incontro la fotomodelle Beatrice Angelini. Nata ad Urbino il 4 marzo 1995, vive tra Sestino (AR) e Rimini (RN). Studia lingue poi arte alla scuola superiore. Intraprende la sua carriera di modella e fotomodella per gioco, cominciando con qualche sfilata in collaborazione con Podrini Hair di Sant’Angelo in Vado per poi passare alla fotografia. Al suo attivo ha prestigiose collaborazioni con fotografi italiani e stranieri. Abbiamo avuto il piacere di conoscere personalmente Beatrice alcuni mesi fa quando venne a Bologna per una sessione fotografica di glamour presso un noto hotel. Ringraziamo Beatrice per averci concesso questa intervista che ci ha permesso di conoscerla meglio e auguriamo ai nostri lettori buona lettura e buona visione delle belle fotografie pubblicate.

Model Beatrice Angelini Ph Virginia Di Mauro

Model Beatrice Angelini
Ph Virginia Di Mauro

Ciao Beatrice, tu sei una giovanissima modella. Molto fine e minuta. Ci racconti chi è Beatrice nella vita di tutti i giorni? “Solitaria, amante della lettura, degli animali, dell’inverno e del silenzio”.

Tu hai studiato lingue e poi arte alla scuola superiore. Questi studi ti hanno semplificato la scelta di quello che avresti voluto fare e se si, in quale modo? “Premettendo che non sono certa che sia in nostro potere dirigerci verso la direzione che desideriamo,  sicuramente l’Istituto d’Arte mi ha permesso di coltivare la sensibilità nei confronti dell’esteriore come veicolo, finestra sull’interiore e il linguistico mi ha aiutata a non ostacolare la mia curiosità implacabile”.

La Beatrice modella e la Beatrice Angelini sono due persone distinte e separate oppure c’è del vero quando posi? “Ci sono caratteri imprescindibili della mia personalità che credo emergano in ciascuno scatto. Bea è sempre Bea. Il lupo rimane lupo anche vestito del vello di un agnello. Non può ingannare l’occhio vigile”.

Tu hai iniziato a posare per gioco. Poi che cosa è successo? “Ho assecondato la mia natura infantile e ho deciso di non smettere di giocare”.

Model Beatrice Angelini Ph Giacomo Tonucci

Model Beatrice Angelini
Ph Giacomo Tonucci

Venendo subito alla fotografia. Come scegli le collaborazioni? “Tendenzialmente sono i fotografi a trovare me. Ne valuto proposta, professionalità, intenzionalità e analizzo il lavoro in base ai miei gusti estetici. Se il lavoro passato dell’artista mi attrae, anche io mi faccio avanti contattando l’interessato. Fondamentalmente, non dimentico mai che sto perseguendo un obiettivo: partecipare alla bellezza”.

Nella scelta dei fotografi, quali sono gli aspetti che vedi immediatamente prima di decidere? “Professionalità, carattere, sensibilità, chiarezza, intesa. E poi quella scintilla nel guardare il suo lavoro”.

Ti piace essere coinvolta nella progettazione? Decisamente si. Dobbiamo raccontarci entrambi, dato che parliamo prevalentemente di progetti personali. A volte è bello essere il tramite, a volte è bello disegnare insieme“.

Progetti  che hai fatto e ai quali ci tieni molto? “Ogni progetto è un incontro e tengo a tutti tanto, che siano stati positivi o negativi”.

Model Beatrice Angelini Ph Alessandro Omiccioli

Model Beatrice Angelini
Ph Alessandro Omiccioli

Che cosa ti piacerebbe che ti venisse proposto come progetto futuro? “Qualcosa che mi sorprenda”.

Hai fatto collaborazioni internazionali? “Sì, è capitato diverse volte. L’ultimo è uno spot destinato ad un brand di lingerie venezuelano”

Quali sono i generi che più ritieni tuoi? “Quelli sinceri”.

Aneddoto carino da raccontare ai nostri lettori? “Immaginatevi me, serissima e un po’ tesa per il tanto bramato incontro con Corrado Dalcò (famoso fotografo di base a Londra), seduta accanto a lui sul suo bel divano rosso fuoco, in studio. Lui, rilassato, mi parla dei suoi fichissimi progetti. Io noto che accanto a me si trova un grosso ratto formato peluche. Io adoro i ratti e adoro i peluches. Così, mentre lui parla di cose serie, penso bene di afferrare il topo in sovrappeso. Un rutto gigante interrompe le parole del fotografo. Il peluche aveva un dispositivo per cui al tatto partiva un fragoroso saluto. Prosit”.

Model Beatrice Angelini Ph Laurent Bernardi

Model Beatrice Angelini
Ph Laurent Bernardi

Prossimi lavori in cantiere se ce ne volessi dare una piccola anticipazione? “Dirò solo che sarà prezioso e sfacciato”.

Grazie Beatrice.

Le fotografie sono state fornite da Beatrice Angelini – I credits delle fotografie appartengono ai relativi fotografi – Tutti i diritti riservati Email: nonsolomodanews@gmail.com – Pagina FB Nonsolomodanews

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply