Interviste Venere d'Italia

Nadia Carrieri, Venere Moda, del concorso Venere d’Italia 2017

Nadia Carrieri

Nadia Carrieri

Nadia Carrieri è la <<Venere Moda>> del concorso Nazionale Venere d’Italia. La giovanissima concorrente, compirà 17 anni nel prossimo mese di dicembre, proviene dalla provincia di Taranto. Studentesse alle superiori in merito alla moda ha una sua idea precisa, la considera arte, passione e conoscenza.  Ringraziamo Nadia per averci concesso questa intervista e auguriamo ai lettori di Nonsolomodanews buona lettura.

Ciao, ti vuoi presentare?  Ciao, mi chiamo Nadia Carrieri, sono nata a Martina Franca in Puglia il 19 Dicembre del 2000, quindi tra poco meno di tre mesi compio 17 anni, sono alta 181 cm, le mie misure sono: circonferenza seno 80 cm, circonferenza vita 67 cm, circonferenza fianchi 85 cm, il numero di scarpa è 42, il colore dei miei capelli è castano scuro e sono di lunghezza media e infine ho gli occhi di un colore non ben definito, ma principalmente tendenti al grigio. Vivo a Taranto con i miei genitori e mio fratello, sono al quarto anno di studi per diventare un grafico”.

Benvenuta su Nonsolomodanews e complimenti per la conquista della fascia “Venere Moda”. “La ringrazio molto”.

Che cosa è per te la moda?Per me la moda è arte, passione e conoscenza. L’importante nella moda non è tanto la bellezza in se del capo, ma l’imponenza e la creatività su cui creare il proprio stile. Amo l’innovazione, come alcuni personaggi hanno nello stravolgere. Preferisco l’estremità di un abito alla normalità di tendenza. La moda è un metodo che la gente ha per distinguersi ed esprimere se stessi. La moda è arte, non si discute!”.

Qual è il tuo rapporto con la moda? “Il mio rapporto con la moda è senza dubbio ottimo, mi piace vestire bene e badare al mio aspetto esteriore curando bene la scelta degli outfit”.

Hai un fashion designer preferito? “La mia fashion designer preferita è Donatella Versace. Mi piace principalmente per il suo modo di sfruttare l’esagerazione, infatti proprio come dice lei “niente ottiene successo come l’eccesso”.

La tua TopModel preferita? “La mia top model preferita è Winnie Harlow, per chi non la conoscesse, è una modella di colore, ed è diventata famosa grazie alla sua più grande particolarità, oltre ovviamente alla sua immensa bellezza. La sua particolarità è che completamente ricoperta sia in viso e sia sul corpo di macchie bianche dovute alla vitiligine”.

Ci racconti la tua esperienza alla finale? “La mia esperienza alla finale è stata semplicemente fantastica, mi sono divertita e ho conosciuto tanta gente stupenda. Alla finale c’era un’emozione dopo l’altra, la felicità ogni volta che passavo uno step e il calore degli abbracci delle altri concorrenti senza invidia né competizione amara”.

Che cosa ha significato per te partecipare alla finale di un concorso di bellezza come Venere d’Italia e vince la fascia di <<Venere Moda>>?“Per me è stata una grande soddisfazione arrivare alla finale di un concorso a livello nazionale, avendo sempre partecipato a concorsi di livello provinciale, e soprattutto per me è stato un bel traguardo classificarmi tra le prime sei con la fascia <<Venere moda>> che penso sia una fascia che mi rispecchi molto”.

Hai un aneddoto della finale che merita di essere raccontato? “Mi sono divertita particolarmente durante lo shooting nel resort con le altre ragazze, semplicemente per l’allegria e il comportamento confidenziale della stilista che ci ha fatto sentire a nostro agio divertendoci e non facendoci pesare nulla”.

Chi ti accompagnata alla finale? “Alla finale sono stata accompagnata dai miei genitori, che mi sostengono e seguono in tutto quello che faccio, gli devo davvero tanto”.

Quando è stato annunciato che avevi vinto la fascia di “Venere Moda”  che cosa hai pensato? “Quando mi hanno detto di aver vinto la fascia “Venere moda” ho subito pensato che l’impegno e i sacrifici vengono sempre ripagati”.

Tu ti consideri più modella o fotomodella? “Io mi considero più modella che fotomodella, perché per alcuni aspetti credo di rispecchiare dei canoni di bellezza adatti per sfilare su una passerella”.

A livello fisico, qual è il punto forte che tutti ti riconoscono? “A livello fisico il mio punto forte in generale è l’altezza, ma nello specifico le gambe lunghe e snelle”.

Quali sono le tue sensazioni quando vieni fotografata? “Quando vengo fotografata penso ad essere il più spontanea possibile, anche se non sempre mi riesce. La sensazione che provo non so ben definirla, ma è una sensazione assolutamente piacevole”.

Quali sono i generi fotografici che preferisci? “Il genere fotografico che preferisco è la fotografia glamour”.

Hai un progetto fotografico che ti piacerebbe realizzare e perchè? “Mi piacerebbe realizzare uno shooting di genere glamour che, come ho detto prima, è quello che preferisco, perché come ho già detto in altre occasioni è un genere di fotografia che mette in risalto la modella dando meno importanza al resto della foto come ad esempio il paesaggio dietro, per questo mi dà l’idea della perfezione in mezzo al caos, quindi lo trovo un genere molto originale e di tendenza, essendo molto usato negli ultimi tempi”.

In bocca al lupo per il tuo futuro e grazie per averci concesso questa intervista. “Crepi e grazie a voi, bacioni!”.

Bruno Angelo Porcellana

Le fotografie sono state fornite da Nadia Carrieri. I diritti appartangono ai relativi fotografi.
Tutti i diritti riservati © 2017 – Email: nonsolomodanews@gmail.com
E’ vietata la riproduzione, anche parziale, senza l’autorizzazione scritta.  Ogni abuso verrà perseguito a termini di legge.

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply