Interviste

Jasmine Sjöfn, quando una modella diventa un’opera d’arte

Consuelo Carta, in arte Jasmine Sjöfn, è una modella/fotomodella di origini romane che ormai vive da qualche anno a Milano. Abbiamo avuto l’opportunità di incontrarla e realizzare un servizio fotografico visibile nella gallery fotografica dell’intervista. Eppure la fotografia, grande passione, non è sempre stato un fattore importante per Jasmine, infatti nella sua adolescenza non era interessata a mettersi in mostra e divertirsi, cosa che poi, con il passare del tempo, ha sempre più preso spazio… e come afferma lei è la sua vita. Ballerina e musicista precoce (all’età di due anni suonava il piano e ballava) Jasmine negli ultimi anni ha avuto anche l’esperienza americana dove ha vissuto a New York per ben due anni.  Ringraziamo Jasmine per averci concesso questa intervista e auguriamo ai lettori di Nonsolomodanews buona lettura e, ovviamente, buona visione delle fotografie nella gallery allegata. 

Benvenuta su Nonsolomodanews, ti vuoi presentare? “Mi chiamo Consuelo Carta, in arte Jasmine Sjöfn. Sono nata a Roma il 17 Dicembre del lontano 1990 (anno dei mondiali di calcio in Italia), ma vivo da ormai tre anni a Milano.  Le mie misure sono 88-62-89 (vesto una 38/40). Altezza 171 cm, scarpe n. 38. Capelli biondi lunghi e occhi azzurri”.

Come sei di carattere? “Che dire, il mio carattere mi rende particolarmente singolare… estroversa ma con qualche radice introversa, sognatrice e avventurosa, razionale e irrazionale passionale con quel tocco di romanticismo che assolutamente non deve mai mancare in una donna”.

Quali sono i tuoi hobby? “Amo molto la musica e tutta l’arte che ne deriva. Nasco pianista e ballerina classica (ho iniziato all’ età di due anni e mezzo sia a suonare che a danzare), e nonostante tutti gli impegni che possono accompagnarmi durante la mia vita, non può mai mancare la musica nella mia vita. Molte volte, se non ho tempo di andare in palestra, accendo la musica a tutto volume (per fortuna il mio vicino è molto tranquillo e non ha ancora iniziato a lamentarsi del volume) e inizio a ballare e cantare da sola… un po’ come se fossi su un palcoscenico… ballo, canto, mi scateno… se Madonna mi vedesse sarebbe fiera di me. 😀 ”.

Qual è il tuo colore preferito? “In realtà non ho un colore preferito. E’ un po’ come chiedermi quale profumo preferisco… Perciò la mia risposta è: bianco, nero, blu scuro, verde acqua e rosa”.

Qual è il tuo rapporto con il cibo? “Amore e odio”.

Piatto preferito? “Pesce crudo e sushi”.

Quale musica ascolti? “Tutta, dalla musica classica al pop, latina, fino alla commerciale tipica delle disco”.

Artista preferito? “Non ne ho uno, so che è grave…ma è così”.

Quando hai posato per la prima volta? Ti ricordi le tue sensazioni? “La prima volta che ho posato avevo quasi 17 anni. A dir la verità ero un po’, anzi tanto spaventata. Ansia da prestazione, la paura di essere osservata, il pensiero di non essere brava nelle pose, nel modo di muoversi… insomma quelle cose tipiche che una ragazze alle prime armi prova quando si trova davanti ad una o più persone che la osservano fotografandola. Un po’ un paradosso pensare al mio passato in effetti. Oserei dire una metamorfosi completa. Mi ricordo ancora quando alle feste dei miei compagni di classe (alle elementari, alle medie e ai primi anni del liceo) mi vergognassi tremendamente a ballare qualcosa che non fosse il balletto. Era terribile per me… e poi ad un certo punto sono diventata l’esatto opposto: l’anima della festa, quella che balla sempre e comunque e non le interessa nulla di chi la guarda o meno. E’ la mia vita”.

Quali sono i generi che ti piacciono di più? “Amo il fashion e lo street style, e l’intimo maggiormente ma secondo me la fotografia è bella qualunque genere sia proposto a patto che il soggetto ripreso sia come una supernova che esplode di alcune caratteristiche. Adoro quando espressioni, outfit, makeup e acconciature rendono la modella una vera e propria opera d’arte”.

Se ti parlo di Moda, che cosa è per te il fashion? “Come ho accennato prima, per me il fashion è un mix omogeneo di stile (quindi outfit adeguato), makeup (nel caso si tratti di donne ovviamente), acconciatura, attenzione ai dettagli”.

Hai un fashion designer preferito? “Karl Lagerfeld o andando ancora più alla lontana Coco Chanel”.

Qual è il capo di vestiario che ami di più e quello di meno?  “Amo gli abiti in generale, donano molta eleganza ad una donna. Odio invece vedere pantaloni a cavallo basso (praticamente alle ginocchia)”.

Scarpe basse o tacchi? “Tacchi ovviamente 😀 ”.

Un accessorio che non manca mai quando esci da casa? “Profumo e borsa”.

Ti piace viaggiare o sei una sedentaria? “Se potessi farlo più spesso sarebbe una vita meravigliosa… Adoro viaggiare, scoprire nuovi mondi, popoli e culture”.

Quale sarebbe la tua città ideale per vivere? “Avendoci vissuto per quasi due anni dico New York”.

Rapporto con la tecnologia? “Io con lei o lei con me? Ahahaha scherzo… E’ assolutamente fondamentale nella mia vita”.

Cosa pensi della globalizzazione? “Dipende dal contesto. Diciamo che in linea di massima prediligo il Made in Italy”.

Ultima domanda, sogno nel cassetto che desideri realizzare? “Lavorare per me stessa”.

Bruno Angelo Porcellana

Per il servizio fotografico:
Ph. Bruno Angelo Porcellana
Model/MUA Jasmine Sjöfn

Si ringrazia FabricBologna e Gioselin

Testo e fotografie a cura di Bruno Angelo Porcellana
Tutti i diritti riservati © 2018 – Email: nonsolomodanews@gmail.com

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply