Interviste Venere d'Italia

Erika Ancarani, Venere Siamoda alla finale nazionale del concorso Venere d’Italia

 

Erika Ancarani

Erika Ancarani alla finale nazionale del concorso Venere d’Italia di Pietro Cortese si è classificata tra le prime conquistando la fascia nazionale di Venere Siamoda. Erika fa parte della folta squadra dell’Emilia Romagna che sotto la supervisione di Marco Fabbri e del suo staff, si è presentata con un buon numero di aspiranti Miss e i risultati si sono visti ottenendo varie fasce nazionali. Tra queste c’è quella di Erika che, come afferma lei nella lunga intervista, non avrebbe mai pensato di conquistare. Erika pur avendo un carattere buono, solare e simpatico (sono sue affermazioni) è anche ambiziosa e determinata. Ringraziamo Erika per questa lunga intervista e auguriamo ai lettori di Nonsolomodanews buona lettura.

Ti vuoi presentare? “Buongiorno, mi chiamo Erika Ancarani ho 24 anni, sono alta 168 cm, porto una 38/40 (seno 83, vita 64, fianchi 90).  Ho gli occhi nocciola, i capelli biondi e porto il 37 di scarpe. Sono nata a Lugo e vivo a Granarolo Faentino che é un paesino del comune di Faenza, in provincia di Ravenna
Complimenti per avere conquistato la fascia di “Venere Siamoda “.
Che cosa è per te l’eleganza? “Per me l’eleganza é qualcosa che rende speciale una donna. Ogni donna infatti é elegante a modo suo”.
Ci dici in due parole le emozioni che hai provato partecipando al concorso? Mi é piaciuto moltissimo partecipare a questo concorso, arrivare tra le prime 12 era un traguardo che non avrei mai pensato di raggiungere, quando é successo ancora dovevo realizzare che ero lì, ed é stato davvero emozionante e bellissimo, poi anche sfilare per una stilista oltre che una bella esperienza mi sono sentita come se fossi veramente protagonista di quella passerella.
Come sei giunta alla finale nazionale? Ho fatto un percorso pieno di vittorie e sconfitte allo stesso tempo, ma che comunque ho sempre creduto in me nonostante ci fossero state selezioni in cui non ho raggiunto nessun traguardo. E alla fine di tutto la costanza e l’impegno sono stati premiati con la fascia di VENERE D’ITALIA ROMAGNA.
Come sei di carattere?Sono di animo buono, solare, simpatica, un po’ timida, ma che comunque gli piace stare al centro dell’attenzione, sono ambiziosa e anche determinata.
Qual è il tuo rapporto con gli animali e qual è il colore preferito?Io ho un bellissimo rapporto con gli animali, ho due gatti a cui voglio un bene immenso, sono iscritta al wwf da quando sono piccola e mi sono sempre piaciuti gli animali in generale, ma il mio preferito è l’elefante. In Thailandia infatti ho avuto un bellissimo incontro con un esemplare maschio adulto ed è stato fantastico. In realtà, non ho proprio soltanto un colore preferito, diciamo che prediligo e preferisco il blu, il rosso, il bianco, il nero e il rosa”.
Che cosa è per te la femminilità? La femminilità é un qualcosa che una donna si sente dentro, ci sono donne che sono meno femminili di altre ma non per questo devono essere discriminate. A me per esempio mi piace proprio essere femminile, e se potessi metterei il tacco dappertutto anche a lavoro.
Pensi che presentarti davanti al pubblico in costume possa ledere la tua femminilità? Assolutamente no, perché io mi sento femminile anche così. Non c’è un termine di paragone per la femminilità secondo me, perché ogni donna si piace a modo suo”.
Meglio essere o apparire? Ci parli delle tue esperienze di modella e fotomodella? Per me é meglio essere, l’apparenza inganna molto spesso le persone e se ti fermi soltanto all’apparenza, ti perdi tutto ciò che davvero può nascondersi nel profondo. Io ho posato per alcuni fotografi, ho fatto lavori di glamour, ritratti, fashion e faccio sfilate per negozi e per alcune associazioni di volontariato. Mi piace moltissimo posare e sfilare perché mi sento a mio agio dietro la fotocamera e sulla passerella”.
Quando hai iniziato a posare? “Ho iniziato a posare due anni fa così per scherzo perché un mio amico fotografo voleva farmi elle foto in studio. Però comunque mi sono sempre fatta fare foto da mia mamma oppure tra amiche ci si scambiavano consigli e si facevano foto, come adesso ogni tanto”.
Quali sono i generi fotografici che preferisci e perché? “Mi piace moltissimo fare foto fashion, in città oppure in studio, e mi piacciono molto anche le foto glamour, magari anche con un gioco di luci, oppure mi piace posare in studio con degli oggetti, perché quando faccio degli shooting mi piace entrare proprio nella parte, liberarmi di quello che sono al di fuori nel mondo reale e impersonare qualcuno di immaginario”.
Hai un progetto fotografico ti piacerebbe realizzare e perché? “Mi piacerebbe fare foto in una vasca piena di latte bianco e petali di rosa colorati, oppure mi piacerebbe fare foto dentro un posto abbandonato con un vestito grande di tulle colorato, perché in tutto ciò io mi sento molto una principessa ed essendo anche molto romantica, la foto nella vasca  piena di latte con le rose mi ricorda molto qualcosa di dolce”.
Che cosa significa per te “essere una modella? “Una modella per me é una ragazza che fa una professione e che sfila per un agenzia per lavoro.
Segui e pratichi qualche sport in particolare? “In generale mi piacciono un po’ tutti gli sport ma seguo il calcio è la moto gp. Ho fatto ginnastica
artistica per 8 anni, atletica, nuoto e yoga. Ora vado in palestra”.
Hai degli hobby? “Si mi piace scrivere pagine sulla mia vita, disegnare, e fare shopping”.
Qual è il rapporto con la tecnologia e in modo particolare con il telefono? “Io ho bellissimo rapporto con la tecnologia, anche se ultimamente uso di più il telefono che il computer. Diciamo che lo considero più comodo e pratico per quanto riguarda mandare email e usare social network, che sono fondamentali ma non vitali”.
Potresti vivere senza i social? Penso che potrei vivere però comunque senza i social si stava bene, e io l’ho potuto vivere perciò lo so, ma secondo me hanno cambiato il mondo dandogli qualcosa in più. Esempio, prima c’erano i paparazzi, ora con un clic puoi sapere dov’è chiunque e anche cosa
succede intorno a te. Secondo me vanno usati nel modo giusto, senza abusarne”.
Quali sono i tuoi riferimenti sui social, FB, Instagram e se ne hai altri in modo tale chi volesse seguirti lo può fare senza sbagliare. Mi trovano con il mio nome Erika Ancarani su Facebook e @ancaranierika su Instagram”.
Qual è il tuo rapporto con il cibo Mi piace moltissimo mangiare, soprattutto ciò che mi prepara la nonna. Per me che sono romagnola la cucina è il cibo sono il pane quotidiano. Da noi se non sai fare la pasta fatta in casa, i cappelletti a momenti non sei nessuno”.
Qual è il piatto che ti piace di più? Il mio piatto preferito però sono le tagliatelle con il ragù alla bolognese, ma anche la pizza mi
piace molto e qui mi sposto a Napoli perché la mia preferita é la regina margherita”.
Hai una modella che conosci e alla quale ti ispiri? Conosco una ragazza che adesso fa la modella ed é andata a vivere a Milano ma io seguo una modella di Victoria Secret che adoro e si chiama Elsa Hosk. Mi piacerebbe in futuro chissà diventare così come lei, ma non mi ispiro a nessuno, vivo la mia vita così come viene”.
Che cos’è per te la moda? Per me la moda é un accessorio che metti per abbellire di più e rendere ancora più particolare il tuo stile. Per esempio, quest’anno va di moda lo stile animalier e se hai una borsa di pitone molto bella e la indossi vai a completare il tuo stile essendo comunque alla moda, anche se addosso hai per caso un tubino degli anni 90.
Qual è l’accessorio che non ti stacchi mai quando esci? Sicuramente il rossetto, che sia da giorno quindi un colore básico neutro, o un colore acceso forte per la sera, non può mancare mai. Come anche il profumo, che è fondamentale”.
Come è stato il rapporto con le altre concorrenti del concorso? E’ nata qualche nuova amicizia? Mi sono trovata molto bene, all’inizio è stata dura fare amicizia e relazionarmi perché comunque essendo timida e con tutte queste ragazze nuove non é facile subito trovare il dialogo. Poi tra un aiuto e l’altro ci si scambiano consigli e pareri e ci si diverte anche insieme. Ho conosciuto ragazze davvero carine e simpatiche”.
Se avessi di fronte a te la vincitrice del concorso che cosa le vorresti dire? “Mi piacerebbe dirle che sono fiera di lei, che deve andare avanti e non fermarsi mai, e che è giovane e che quindi questo deve essere un trampolino di lancio che la può portare a fare tante altre bellissime cose
Sogno nel cassetto? Mi piacerebbe diventare una showgirl, quindi presentare un programma tv, magari anche un programma sportivo, come Diletta Leotta, oppure fare la ballerina per la tv”.
Ultima domanda, hai qualche persona in particolare da ringraziare per la tua partecipazione al concorso Venere d’Italia? Si, ringrazio lo staff di venere d’Italia Emilia Romagna per aver creduto in me ancora una volta, ringrazio anche lo staff di venere d’italia per avermi premiato con la fascia venere Sia moda magazine, ringrazio le persone che mi sono state vicine e hanno creduto in me in questo percorso, in particolare i miei amici, i miei famigliari e ringrazio infine le ragazze dell’Emilia Romagna per essere state così carine e gentili e avermi sempre confortata anche nei momenti di Debolezza”.

Bruno Angelo Porcellana

Le fotografie sono state fornite da Erika Ancarani. I diritti appartengono ai relativi fotografi.
Tutti i diritti riservati © 2018 – Email: nonsolomodanews@gmail.com
E’ vietata la riproduzione senza l’autorizzazione scritta.  Ogni abuso verrà perseguito a termini di legge

 

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply