Monthly Archives

luglio 2015

Articoli Sfilate

Moda sotto le Stelle.

Fashion Designer Cristina Mocchiuti - Ph. Bruno Angelo Porcellana
Modella Valentina Zolli

Sabato 25 luglio 2015 sotto lo splendido porticato del chiostro dell’Azienda Vini e Agriturismo “Isola Augusta” di Palazzolo dello Stella, si è svolto l’evento organizzato dalla vulcanica Manuela Russo, <<Moda sotto le Stelle>>, sfilata di creazioni di moda di alcune delle migliori stiliste del Friuli Venezia Giulia.

Seppur a rischio pioggia (in mattinata un temporale si era abbattuto sulla location) l’evento si è svolto nel tardo pomeriggio baciato dal sole e con temperature non troppo elevate per questa estate italiana 2015. Durante tutta la giornata le modelle presenti alla sfilata hanno fatto da <<mannequin>> per i fotografi ufficiali della manifestazione e in modo particolare di Loredana Bensa. Nonsolomodanews ha avuto il piacere di poter assistere all’evento e poterlo così raccontare ai propri lettori sia con questo articolo  e sia con per immagini.

L’evento, dopo la presentazione e il ringraziamento delle autorità intervenute e dell’Azienda Vini e Agriturismo <<Isola Augusta>> è stata aperta dalla sfilata di alcune modelle e bimbi, che hanno indossato le creazioni di Giada Gusso, fashion designer e titolare del nuovissimo brand di moda bimbi, Country chic GiGi Letthelovebewithyou.

Hanno presentato le proprie collezioni, in ordine di uscita, dopo la già citata Giada Gusso, Miriam Marega, Cristina Moret e Lucia Giordani, Gioielli e creazioni di Moreno Barachino – Clap di Tiliment e della stylist Anna Maria Stachurska – NUOVA FORMA, Debby di Gallo, Nicoletta Maniassi e Cristina Mocchiuti.

Come modella hanno interpretato le bellissime crazioni, le modelle Valentina Zolli, Miss Mondo FVG 2013, Giulia Di Ronco, Miss Mondo FVG in carica per il 2015 e unica rappresentante del Friuli Venezia Giulia alla Finale Nazionale a Gallipoli. Giulia Giberna, Miss Il Piccolo 2010, Mjriam Kimberley Falcomer, Miss JRS Fashion Queen 2013, Laura Acampora, Giulia Spadaccio, Lorena QualizzaChiara Zolli ed Edoardo Scilipoti

I capelli e il trucco delle modelle sono stati realizzati della hair stylist Annamaria Aiello e con Carol di Luzio.

La sfilata è stata un successo sia in termini di pubblico e un grande consenso hanno ottenuto le collezioni presentate dai vari fashion designer. L’evento è stato coperto mediaticamente dalla presenza di molti fotografi e di alcune testate giornalistiche della zona. Al termine della sfilata ai gentili ospiti è stato offerto un ottimo buffet da parte dell’Azienda Vini e Agriturismo “Isola Augusta”.

Nonsolomodanews ringrazia Manuela Russo per l’invito e tutte le persone coinvolte a vario titolo in <<Moda sotto le Stelle>>. Arrivederci al 2016.

Bruno Angelo Porcellana

 

 

 

I credits delle fotografie appartengono a Bruno Angelo Porcellana
Tutti i diritti riservati © 2015 – Email: nonsolomodanews@gmail.com

Foto

Miss Baraonda 2015 – Le fotografie della serata.

DSC_6638
La vicintrice, Federica Ugolini, tra il direttore della Pisicina di PIanoro e il modello Sergio Manferdini

La vicintrice, Federica Ugolini, tra il direttore della Pisicina di PIanoro e il modello Sergio Manferdini

Immagini della serata del primo concorso Miss BarAonda 2015.

Ph. Bruno Angelo Porcellana
by Nonsolomodanews
Trucco: Staff della profumerià Giò di Pianoro (BO)
Location: Piscina Sogese Pianoro (BO) BarAOnda della Piscina Paolo Gori
Tempo Prezioso Pianoro (BO)
Ego Abbigliamento Pianoro (BO)

Continue Reading

Articoli

EXPO Milano 2015 – Sharon Alario tra gli chef giapponesi a Palazzo delle Stelline

sharon-alario-conduce-evento-per-il-giappone-expo (1)

Dopo aver fatto esperienza nelle cucine <<nostrane>>, la soubrette, fotomodella, conduttrice radiofonica e presentatrice di eventi, Sharon Alario, si è cimentata presso il Palazzo delle Stelline di Corso Magenta a Milano, a presentare la conferenza di cucina con i più grandi chef giapponesi organizzata dalla KIKKOMAN CORPORATION.

Ringraziamo Sharon per aver voluto condividere la sua esperienza con Nonsolomodanews, facendoci sapere alcune notizie <<molto appetitose>> sulla cucina giapponese. Ma vediamo con ordine che cosa ha appreso e ci ha detto durante la conferenza presso i Palazzo delle Stelline in un evento collegato ad EXPO 2015.

– ITADAKIMASU è una espressione di usanza giapponese da dire prima di mangiare un pasto. E’ un ringraziamento a Dio, o meglio agli Dei dato che i giapponesi hanno più di un Dio.

– Per i giapponesi è molto importante ringraziare le divinità delle risorse della natura.

– E’ molto importante anche condividere il cibo con il prossimo vicino a sé.

– Al mondo esistono 56.000 ristoranti di nome giapponese e ben il 99,8 sono in realtà cinesi che cucinano giapponese.

– I giapponesi sanno che la capacità massima di cibo che può stare nella bocca è di max 15 gr, proprio per non aver bisogno del coltello preparano i bocconcini curandosi di questo particolare.

– In questa circostanza sono stati veramente molto cordiali e disponibili. Sai che loro ti salutano chinando sempre il capo no?

Sharon ha condotto l’evento con un’interprete e come sempre fa, ha portato un po’ di solarità italiana nella loro conferenza. A Nonsoloodanews Sharon ha dichiarato: << Sono stati veramente molto cordiali e disponibili. Chi non lo sapesse, i giapponesi ti salutano chinando sempre il capo no? Anche io ho fatto così tutto il giorno ed è stato emozionante assaporare sia nella cucina che nella cultura una etnia così diversa e affascinante come la loro>>.

Grazie Sharon per avere portato il Giappone a Nonsolomodanews.

Interviste

Modelli. Intervista al ferrarese Sergio Manferdini

and2800

Nonsolomodanews ha il piacere di presentare ai propri lettori il modello ferrarese Sergio Manferdini. Sergio parteciperà a Miss Baraonda 2015 in qualità di modello che accompagnerà le ragazze sulla passerella del concorso di Pianoro (BO).  Ex giocatore di basket ora Sergio fa molta palestra (dalle 4 alle 5 volte alla settimana). E’ di carattere aperto e disponibile a socializzare con tutti. Vuole fare il modello professionista e per questo, se dovesse cambiare città vorrebbe andare a vivere a New York. Ringraziamo Sergio per averci concesso questa intervista e invitiamo tutti i lettori e le lettrici di Nonsolomodanews ad andarlo ad ammirare durante Miss Baraonda di Pianoro (BO).

Ciao, ti vuoi presentare?  “Salve a tutti, sono Sergio Manferdini nato a Ferrara l’11 agosto del 1995, mi presento con un’altezza abbastanza sopra alla media ovvero 188cm, mentre di torace e fianchi misuro rispettivamente 101 e 94cm. Non mi considero affatto un adone né tantomeno il brutto anatroccolo della situazione, ma in generale una persona di bella presenza. Alla fine comunque il mio pensiero è che la bellezza in primis, è un aspetto puramente soggettivo”.

Benvenuto su Nonsolomodanews

Quali sono i tuoi hobby? “Ho sempre praticato sport, specialmente la pallacanestro,  dove sono riuscito a partecipare a campionati di livello considerevole, ma che purtroppo ho smesso di praticare a settembre dell’anno scorso. Ora pratico solo l’attività del sollevamento pesi. Nel tempo libero mi piace anche giocare ai videogiochi”.

Tu ti alleni frequentemente, ci racconti un allenamento tipo? “Fare palestra mi piace davvero tanto, infatti mi alleno dai 4 ai 5 giorni a settimana. Non è facile descrivere un allenamento perché ho sempre sostenuto che l’attività in questione si possa conoscere solamente praticandola e a chiacchiere si fa ben poco e inoltre ogni allenamento cambia in base ai gruppi muscolari da lavorare. In sostanza si tratta di fatica a livello molto intenso per un’oretta di fila”.

Hai un’alimentazione particolare? “Diciamo che essendo un’amante della forma fisica cerco di mantenere l’alimentazione adeguata nel corso del tempo e render il tutto una cosa naturale. Ho comunque seguito diete molto intense e rigide in passato, ad esempio quando mi sono dovuto preparare per un book fotografico lo scorso Marzo”

Sei una persona curiosa? “Si direi proprio di si”.

Come sei di carattere? “Totalmente estroverso pronto a  socializzare con chiunque. Il mio punto di forza ritengo che sia la determinazione. Se punto a fare una cosa, la porto a termine. O perlomeno mi ci impegno per fare tutto nei limiti del possibile. Infine sono un uomo di parola”.

Qual è il tuo colore preferito? “Giallo”.

Quale musica ti piace?  “Ascolto di tutto ma prevalentemente il Rap, in particolare quello americano”.

Cantante preferito? “Eminem. Ma adoro anche Max Pezzali”.

Ultimo libro letto? “Ahaha se si parla di libro nel vero senso della parola si torna indietro di parecchi anni. No, non sono uno che ama leggere. I fumetti ogni tanto si”.

Guardi la tv e se si, quale programma preferisci? “Non guardo molto la Tv ma diciamo che il mio programma preferito è <<il banco dei pugni>> su DMAX. Quel canale  che mio padre definisce <<Tv spazzatura>> ahah”.

Come ti sei avvicinato al mondo dei modelli e fotomodelli? “Non so neanche se e di quanto mi ci sono avvicinato ma di certo mi piacerebbe stabilizzarmi all’interno e conoscerlo. Non saprei comunque, è stata una mia decisione e da allora mi ci sto buttando dentro”

Ci racconti la tua prima volta davanti ad un fotografo? “Fortunatamente si trattava di un fotografo molto professionale che è stato in grado di farmi sentire a mio agio sin da subito. Ho notato comunque che, a contrario di quanto pensassi, il modello deve  muoversi autonomamente durante gli scatti. Invece mi aspettavo che mi venissero affidate delle pose o espressioni da mantenere e che  avessi solamente dovuto riprodurle. Inoltre si è trattato di un’operazione molto più lunga delle mie aspettative, 7 ore e mezza di fotografia per circa 915 foto.

In una tua fotografia di ritratto che cosa noti immediatamente? “Il mio sguardo serio e determinato”.

Hai un progetto fotografico che ti piacerebbe realizzare e perchè? “Mi piacerebbe scattare prevalentemente in intimo, perché ciò riguarderebbe un lavoro specifico riguardante alla mia più grande passione”

Sogno nel cassetto che desidereresti realizzare? “Firmare un contratto con un’agenzia di moda di fama mondiale”.

Che cosa è per te la moda (fashion)? “Non sono ancora esperto nel campo quindi mi limito a dire che si tratta di apparenza”.

Tu sfili anche. Cosa si prova quando si è su una passerella? “A differenza di come mi avevano anticipato, io la prima volta in passerella ero tranquillissimo. E sinceramente non pensi molto in quei momenti, quando torno a casa penso solo al fatto che mi è piaciuto”.

Ti piace viaggiare o sei un sedentario? “Ho viaggiato tantissimo nella mia vita ma la maggior parte di viaggi li ho intrapresi da piccolo, e a quei tempi ero tendente nello stare a casa. Ora li ripeterei tutti quanti uno per uno”.

Se dovessi cambiare città dove vorresti andare a vivere e perchè? “New York, ci sono stato ed è la città più bella che io abbia mai visto. Non so bene il perché ma mi ha colpito”.

Che cosa apprezzi di più e di meno della tua città dove vivi ora? “Non apprezzo la monotonia delle persone e il fatto che tutti tendono a seguire la massa senza volersi esprimere a modo proprio. Non c’è nulla in particolare che io apprezzi, per ora sto bene ma vorrei cambiare”.

Shooting

Elena Tubertini – Basketball and Fashion

dsc_3714

Basket & fashion. E’ pensiero comune che il  il basket non sia uno sport per tutti e forse è anche difficile unire il gioco con la moda ma noi vogliamo sfatare questo luogo comune e ci piace unire la pallacanestro al fashion. Questo lo facciamo con una giocatrice di nome Elena Tubertini che nel tempo libero piace posare. Elena è una giovanissima giocatrice di basket con la quale abbiamo già collaborato in passato (guarda qui) e avvalendoci di una conoscenza comune come la blogger Chiara Tumiati, bolognese anche lei e amante del fashion e non solo (guarda il suo blog qui) abbiamo deciso che si potesse realizzare un servizio fotografico con vari set unendo le varie passioni.

Ed ecco a voi, cari lettori di Nonsolomodanews che vi presentiamo Elena Tubertini  nello shooting fotografico di Bruno Angelo Porcellana dal titolo <<Basketball & Fashion>> realizzato presso il campo di pallacanestro del parco Rodari di Casalecchio di Reno (BO). Stylist e MUAChiara Tumiati del sito Clairely – fashion and life style. Grazie ad Elena per le parole riprese dala canzone Wings – Macklemore and Ryan Lewis (guarda il video qui) e grazie a Chiara per l’ottimo lavoro svolto insieme.

“I want to fly
Can you take me far away
Give me a star to reach for
Tell me what it takes
And I’ll go so high I’ll go so high
My feet won’t touch the ground Stitch my wings
And pull the strings”
“We are what we wear We wear what we are”

Shooting

Shooting fotografico presso Tenuta Pianderna – Scandiano (RE) con Giulia Cucconi

dsc_27581

Nei giorni scorsi Nonsolomodanews ha avuto il piacere di essere ospitata, per uno shooting fotografico, pressol’Agriwellness la Pianderna di Scandiano (RE) e in particolare utilizzando come location per lo shooting fotografico la piscina. La Pianderna ha una grande piscina dotata di ampia zona relax e  una vasca dedicata ai più piccoli. Tutta la struttura è una location magnifica per molte attività che vengono organizzate come matrimoni e cerimonie ma la Pianderna non è solo questo. E’ una tenuta dove ci sono vigneti con uve tra le quali chardonnay e pignoletto. Si può praticare la pesca sportiva essendoci ben 4 laghi (pianderna, nuovo, della quercia e superiore). Esite il farmermarket (mercato della campagna) dal produttore al consumatore per riscoprire il gusto autentico della campagna. Poi c’è il ristorante, per gustare i sapori senza tempo della cucina tradizionale emiliana e le camere, 6 camere e un monolocale per soggiorni più lunghi.

La modella del servizio fotografico è Giulia Cucconi, giovanissima ragazza del Reggiano con la quale in passato abbiamo avuto l’opportunità di collaborare – il servizio fotografico realizzato in studio è visibile qui – mentre, come truccatore abbiamo avuto il piacere di collaborare, per l’ennesima volta con Sergio Bertusi  che con la moglie gestiscono la profumeria Gio a Pianoro (BO). La profumeria ha fornito gli accessori usati durante lo shooting e in modo particolare gli occhiali SKOONS – strepitosi “funglasses”.

Piscina - Tenuta Pianderna
Piscina – Tenuta Pianderna

Facile da raggiungere – da Bologna sono circa 1 ora e mezza di auto – , la Pianderna Agriwellness si erge sulle prime colline reggiane a circa 300 m di altezza, davanti a sé uno spettacolo mozzafiato con al centro la pianura. Vero e proprio rifugio dalla quotidianità, la tenuta si trova all’interno di una riserva di caccia e comprende 100 ettari di terreno coltivabile, 38 ettari di area boschiva e quattro laghi per la pesca sportiva, diventando un vero paradiso per chi voglia godersi una giornata all’aria aperta senza dimenticare le comodità e il benessere di un ambiente che offre tutti i comfort.

La tenuta Pianderna è un luogo di sosta, di relax e di soddisfazione del palato, dove sarà possibile immergersi in un paesaggio naturale, trascorrendo il proprio tempo avvolti dai profumi e dai sapori della terra. La ricercatezza dell’ambiente accompagna la semplicità dei gesti e la riscoperta della tradizione in una miscela inebriante e suggestiva.

Presso la Tenuta Pianderna ci sono molte altre cose come la vigna, i laghi, il farmermarket, il ristorante e ovviamente le camere.

La Tenuta Pianderna è una location ottimale per organizzare matrimoni e cerimonie, disponendo di bellissimi spazi esterni e di suggestivi spazi interni. L’ampia sala a vetrate presenta una magnifica vista sulla pianura e sullo scenario naturale circostante, con vigneti e coltivazioni, offrendo una vista suggestiva e ricercata. L’ampia sala ristorante può ospitare un numero elevato di ospiti; la zona esterna, invece, si presta per rinfreschi, cocktail e buffet ed offre spazi davvero estesi. Organizzare un ricevimento in Agriwellness sarà sicuramente un’esperienza nuova, capace di regalare sensazioni uniche. Cibi genuini, tradizione, calore e natura saranno gli ingredienti che trasformeranno il giorno del ricevimento, nel giorno più bello della vostra vita. Questa è la Tenuta Pianderna.

Per maggiori informazioni Tenuta Pianderna

Grazie alla direzione della Tenuta Pianderna e a tutto il suo staff per la disponibilità dimostrata durante lo shooting.