Monthly Archives

giugno 2015

Articoli

“Moda sotto le Stelle” sfilata di moda presso l’Azienda Vitivinicola Isola Augusta a Palazzolo dello Stella (www.isolaugusta.com)

11358836_1105467932812952_239375082_n

Sabato 25 luglio 2015 alle 18,30 nella splendida cornice dell’Azienda Vitivinicola Isola Augusta a Palazzolo dello Stella (www.isolaugusta.com), si svolgerà l’evento “Moda sotto le Stelle“, sfilata di abiti di alcune delle migliori stiliste della nostra regione: Debby Di Gallo, Roberta MasettiCristina Mocchiutti, Nicoletta Maniassi, Miriam Marega,  Cristina Moret e Lucia Giordani per Sartilegio e Mara Pavatich. Sarà con noi anche Giada Gusso creatrice del nuovissimo brand di moda bimbi country chic GiGi Letthelovebewithyou, interpretato da dolcissimi bambini che sfileranno per mano alle nostre modelle! Gli abiti saranno presentati da 10 modelle ed un modello d’eccezione.

Sfileranno, infatti,  le tre Miss Mondo FVG Giulia Devetti, Miss Mondo FVG 2012,Valentina Zolli, Miss Mondo FVG 2013 e Giulia Di Ronco,  Miss Mondo FVG in carica per il 2015, unica rappresentante della nostra Regione alla Finale Nazionale a Gallipoli e scelta tra le splendide 10 della categoria “model.  Da Trieste ci raggiungeranno per l’occasione Giulia Giberna Miss Il Piccolo 2010 e Vanessa Petocelli, Un Volto per Udine Sposa 2015! Sfileranno anche le bellissime Laura Acampora, Mjriam FalcomerFrancesca Bertelli, Giulia Spadaccio, Chiara Zolli ed il modello emergente Edoardo Scilipoti. I capelli delle modelle saranno acconciati dalle sapienti mani della hair stylist Annamaria Aiello. Prima della sfilata, le modelle, con gli abiti realizzati dalle stiliste, avranno l’occasione di posare per uno speciale shooting della fotografa di Cormons Loredana Bensa, e del fotografo Felice Cirulli, che realizzerà anche un servizio fotografico della sfilata. Direttamente da Bologna, ci onorerà della sua presenza, per partecipare allo shooting pre sfilata e documentare questo straordinario evento, il fotografo Bruno Angelo Porcellana nonchè responsabile di Nonsolomodanews (BrunoAngelo BrunoAngelo Nonsolomodanews Porcellana)  L’evento è aperto a tutti i bravissimi fotografi della nostra Regione, di tutta Italia (e di tutto il Mondo!!!) che sono invitati a documentare questo eccezionale incontro all’insegna della bellezza, della creatività, dell’arte, dei prodotti tipici e degli eccellenti vini friulani.  Durante la sfilata, l’atmosfera sarà allietata dalle musiche del Mo. Sergio Zolli, che eseguirà con il flauto brani del repertorio rinascimentale e barocco.

L’evento si svolgerà nello splendido giardino dell’Azienda Vini e Agriturismo “Isola Augusta” Il 15 agosto, inoltre, sarà inaugurata nei locali dell’Azienda Vini e Agriturismo Isola Augusta la mostra delle foto realizzate durante la sfilata da Loredana Bensa e dai fotografi invitati. Le foto saranno disponibili per la vendita, ad offerta libera, ed il ricavato sarà devoluto al progetto del Rotaract Udine Nord Gemona “Uniti per l’Uganda“. Si ringraziano per il patrocinio, oltre al Club Rotaract Udine Nord Gemona e Friuli Venezia Giulia Turismo, la  Città di Latisana e i Comuni di Palazzolo dello Stella e Lignano Sabbiadoro. Ringraziamo anche Optex l’Ottica dei Giovani, (Via del Gelso 7 Udine) del signor Adriano Mauro, l’ottico delle Miss, sempre vicino alle nostre iniziative, Gubana Giuditta Teresa di San Pietro al Natisone (UD). Sarà con noi anche il nuovissimo brand di moda bimbi country chic GiGi Letthelovebewithyou, interpretato da tre dolcissimi bambini che concluderanno la sfilata per mano alle nostre romantiche spose. Con noi saranno anche i nuovi brand Barachino Jewels che presenterà la propria linea ” Clap di Tiliment” e Anna Maria Stachurska con le proprie creazioni Nuovaforma.

Interviste Modelle

Debora Canzan, Miss Intimo di Aspiranti Fotomodelle Italia si presenta su Nonsolomodanews

img_20150625_195659

Nonsolomodanews ha il piacere di presentare ai propri lettoriDebora Canzan, Miss Intimo del concorso Online di Aspiranti Fotomodelle Italia. Giovanissima ma dalle idee ben chiare. Ringraziamo Giulio Romi per averci dato l’opportunità di conoscere questa giovane miss. Aguriamo ai nostri lettori buona lettura.

Ciao ti vuoi presentare? “Ciao Debora Canzan e sono nata l’8 febbraio del 1996 a Feltre. Sono alta 1,63 m e indosso la taglia 38. Ho la terza di seno e il 36 di piede.  Ho i capelli biondi naturali lunghi fino a metà schiena più o meno e ho gli occhi azzurri. Ho frequentato una scuola professionale dove studiavo economia aziendale e nel tempo libero esco con gli amici e quando ho la possibilità faccio qualche shooting”.

Complimenti vivissimi. Tu sei in copertina della rivista di Aspiranti Fotomodelle Italia del mese di Giugno/luglio, che sensazione è giungere primi? “La felicità che ho provato quando ho visto che ero arrivata prima é stata indescrivibile, quasi non ci credevo e mi sono sentita veramente realizzata, insomma un sogno che si avvera! “.

Come hai conosciuto i concorsi di Giulio Romi e di Aspiranti Fotomodelle Italia? “I concorsi di Giulio Romi gli ho conosciuti tramite Facebook vedendo alcune ragazze che provavano questi concorsi online e così ho deciso di mettermi in gioco e di provare questa nuova esperienza”.

Tu partecipi ai concorsi di bellezza online? Hai mai sfilato in passerella? “Ho fatto altri concorsi online e spesso ho ottenuto risultati soddisfacenti, ho sfilato anche in passerella alcune volte, ho partecipato al concorso di bella di Marca e alle selezioni di miss Italia”.

Sei una persona curiosa? “Nella vita sono una persona molto curiosa, mi piace sempre scoprire e imparare nuove cose.
Come

sei di carattere? “Di carattere mi ritengo una persona solare e simpatica,anche se spesso tendo ad essere impulsiva e forse un po’ lunatica, ma oltre a questo sono molto tranquilla”.

Qual è il tuo colore preferito? “I miei colori preferiti sono il lilla e l’azzurro, che abbinati insieme sono anche molto belli secondo me”.

Qual è il tuo rapporto con la moda? “Mi piace molto la moda,proprio per questo seguo molti siti di moda online e quando mi capita acquisto anche qualche rivista”.

Qual è il capo di vestiario che ami di più e quello di meno? “Il vestiario che amo di più é quello di tutto i giorni diciamo, insomma jeans e maglietta, però nelle grandi occasioni mi piace molto essere elegante. Mentre il vestiario che non sopporto molto é quello sportivo, nonostante sia molto comodo”.

Come vesti nella vita di tutti i giorni? “Nella vita di tutti i giorni mi vesto molto semplice, con scarpe da ginnastica e jeans, cercando sempre però degli outfit che stiano bene tra di loro e che siano inerenti alla situazione in cui mi trovo”.

Scarpe basse o tacchi?“Mi piacciono tantissimo i tacchi anche se per comodità nella vita di tutti i giorni uso le scarpe basse”.

Siamo in estate. Vacanze al mare o in montagna? “Ora che siamo in vacanza sicuramente l’ideale sarebbe essere al mare, la montagna non mi piace per niente, preferisco di Grand lunga passare le giornate in spiaggia”.

In una tua fotografia di ritratto che cosa noti immediatamente? “In un mio ritratto la cosa che noto subito è l’espressione per capire anche dove sono i miei errori per cercare di migliorare sempre di più.

Quali sono le tue sensazioni quando vieni fotografata? ” Mentre vengo fotografata mi sento felice con me stessa e soprattutto sono a mio agio, poi ovviamente dipende se il fotografo mi fa sentire tranquilla oppure o no, ma solitamente sto bene e mi piace molto essere fotografata”.

Pensi che un buon book fotografico sia importante ai fini lavorativi? “Penso che un buon Book fotografico sia molto utile per fini lavorativi, sopratutto se il nostro obbiettivo é quello di presentarsi presso un agenzia”.

Quali sono i generi fotografici che preferisci? “I generi che mi piacciono molto vanno dal fashion all’intimo e quello che preferisco é proprio l’intimo in cui una donna riesce a dimostrare tutta la sua femminilità”.

Hai un progetto fotografico che ti piacerebbe realizzare e perché? “Un progetto fotografico che mi piacerebbe molto realizzare é quello di realizzare una campagna fotografica e ce la metterò tutta per realizzare questo mio sogno!”.

Grazie!

Interviste Modelle

Viorica Paiu, giovanissima fotomodella di origini moldave con l’Italia nel cuore

viky

Viorica Paiu è una giovanissima fotomodella di origini moldave che ha deciso che la sua carriera professionale fosse in Italia. Viorica, in arte Viky, è una ragazza che non passa inosservata. Intraprendente e determinata, ha iniziato a posare fotograficamente e i primi riconoscimenti sono subito arrivati. Nonsolomodanews, ringraziando Viky per averci concesso questa intervista, augura ai propri lettori, buona lettera.

Ciao, ti vuoi presentare? “Mi chiamo Viorica Paiu, in arte Viky, sono nata ad Olanesti (Moldavia) il 29 gennaio 1997. Le mie misure sono 92, 63, 91 sono alta 165 cm, sono bionda e ho gli occhi marroni. Ho completato il liceo l’anno scorso. Ho iniziato a fare alcune foto così per gioco circa 2 anni fa quando ancora ero in Moldova e tutti mi facevano molti complimenti e mi dicevano che avrei avuto una carriera da fotomodella. Poi da foto amatoriali ho iniziato a fare alcune foto in studi professionali sempre in Moldova e vedevo che mi veniva molto naturale posare. Allora ho cominciato a sognare di diventare fotomodella e di venire in Italia (riconosciuta capitale della moda) appena avrei compiuto 18 anni. E così ho fatto. Dopo circa 15 giorni dal 18esimo compleanno sono venuta in Italia e grazie all’aiuto di un mio amico, ho cominciato a propormi ad alcuni fotoamatori e fotografi professionisti che, ovviamente, mi hanno incoraggiato sempre di più ad andare avanti.  Il genere fotografico in assoluto che preferisco è il glamour sensuale. Le pose per questo genere mi vengono assolutamente naturali. Non per niente la mia musa ispiratrice rimane e rimarrà sempre Marylin Monroe.”

Benvenuta su Nonsolomodanews? “Grazie mille per avermi ospitato da voi.”

Come sei di carattere? “Sono una persona molto solare, disponibile, ma soprattutto semplice. Sono cresciuta in luoghi in cui bisogna saper trasformare la semplicità che ti circonda in qualcosa di interessante e divertente”.

Sei una persona curiosa?  “Si molto curiosa, mi piace sempre conoscere  nuove cose e imparare. Se c’è qualcosa che mi incuriosisce cerco di scoprirla”.

Quali sono i tuoi hobby?  “I miei hobby sono viaggiare, cucinare, sono un’appassionata di moda quindi disegnare anche nuovi modelli di vestiti è diventato per me un hobby”.

Qual è il tuo colore preferito? “Il rosso di Marilyn”.

Quale musica ti piace?  “Non ho un genere preferito. Mi piace la bella musica indipendentemente da dove venga, russa, italiana, rumena e americana maggiormente.

Cantante preferito? “Ionel Istrati per rimanere sulle mie origini, SIA in questo momento mi piace molto a livello internazionale”.

Come ti sei avvicinata al mondo del modeling? “Per caso iniziando a posare per alcuni fotografi non professionisti che poi mettendo le foto su face book hanno innescato una specie di bomba e da li sono partite una serie di richieste tanto che ora è diventato praticamente il mio lavoro”.

In una tua fotografia di ritratto che cosa noti immediatamente?“L’espressione degli occhi e delle ciglia, molti lo chiamano uno sguardo “assassino” nel senso che ipnotizza chi mi sta di fronte, ma credo sia un po’ esagerato. Semplicemente esco bene in foto come profilo del viso”.

Quali sono le tue sensazioni quando vieni fotografata? “E’ come se cambiassi dimensione, entro in una vita immaginaria e mi concentro sull’obiettivo che ho di fronte. E’ come se danzassi sola in un giardino segreto dove esistiamo solo io e il fotografo di fronte”.

Quali sono i generi fotografici che preferisci?  “Glamour di sicuro, è il mio stile preferito e che mi rappresenta. Ma ormai posso posare per qualsiasi stile”. 

Hai un progetto fotografico che ti piacerebbe realizzare e perchè? “Ho fatto tanti progetti fotografici, diciamo che uno al quale penso sempre è in una villa dell’800 con mobili antichi molto pregiati,con arazzi e grandi candelabri e magari con lago o mare come sfondo da una grande finestra. Questo è un progetto che ho sempre sognato”.

Sogno nel cassetto che desidereresti realizzare?  “Aprire una scuola di modelling nel mio paese e disegnare abiti”.

Che cosa è per te la moda (fashion)? “La moda è per me l’espressione esterna di ciò che siamo dentro. Per questo ognuno credo che debba avere una propria visione di moda e stile. Ovvio che gli stilisti ci aiutano ad interpretare quello che noi riteniamo adatto per il nostro look”.

Qual è il tuo rapporto con la moda?  “Non seguo necessariamente le mode del momento se non mi piacciono e non si adattano alla mia persona, preferisco utilizzare un abito che non sia proprio di moda ma che si adatta perfettamente al mio carattere e stile. In molti casi invece mi piace quello che gli stilisti propongono e soprattutto amo la moda italiana”.

Chi è il tuo fashion designer preferito? “Direi che ho avuto il piacere di conoscere, anche se solo su facebook , per ora, Luigi Auletta dell’Impero Couture di Napoli, lui ha degli abiti straordinari che mi piacciono tantissimo”.

La tua TopModel preferita? “Diciamo che è finita un po’ l’epoca dei Naomi Campbell o Claudia Schiffer…ora ce ne sono molte a pari merito. Non saprei dirtene una in specifico”.

Qual è il capo di vestiario che ami di più e quello di meno?  “Amo tantissimo gli abiti attillati corti fino a metà gamba mentre non porterei mai tailleur con camicia….”.

Scarpe basse o tacchi?  “Con i tacchi rigorosamente anche per via della mia altezza, ma credo che se anche fossi alta preferirei lo stesso i tacchi. Danno un’altra visione totale dell’insieme del corpo”.

Un accessorio che non manca mai quando esci da casa? “So che sarà un po’ banale per una donna ma credo proprio che il lucidalabbra o rossetto non possa mancare nella borsetta”.

Ti piace viaggiare o sei una sedentaria? “Mi piace viaggiare tantissimo sia per lavoro che per turismo….mi piace incontrare sempre nuove culture e scoprire nuovi piatti da mangiare e in Italia ce ne sono tanti da scoprire”.

Se dovessi cambiare città dove vorresti andare a vivere e perchè? “Mi piacerebbe vivere in una città con il mare vicino, non ho ancora avuto modo di visitare tante città con il mare in Italia a parte Venezia che mi è piaciuta tantissimo. Credo che sceglierei per il momento Torino, anche se non ha il mare ha dei parchi bellissimi vicino al fiume ed è una città molto viva. Milano è troppo caotica anche se la moda ha casa li”.

Bruno Angelo Porcellana

Articoli

MARIA GILDA MEDURI, MISS BOLOGNA 2014, attrice nel videoclip – scelgo il silenzio – degli Stilnovo

magi-primo-piano

Nel nuovo progetto degli Stil Novo, Maria Gilda Meduri,  giovane miss recita accanto ad una famosa showgirl come Marika Fruscio

In epoca social, siamo sempre più abituati a “vedere” la musica più che ad ascoltarla, e nel nuovo video degli Stil Novo la scelta è ricaduta su una clip sperimentale in cui gli eventi scorrono a ritroso: “Scelgo il silenzio”

Il compito di dare piacere agli occhi è affidato soprattutto alla presenza delle guest star: dopo Alessia Merz, Cristina del Basso e Anna Falchi, è il turno del volto femminile di punta di 7 Gold, la brianzola Marika Fruscio.

Marika Fruscio
Marika Fruscio

Accanto a Marika, abbiamo però anche un simbolo della bellezza emiliana: Maria Gilda Meduri, detta <<Magi>>, sana portatrice della fascia di Miss Bologna 2014.
Fasciata in un tailleur bianco, è l’organizzatrice di una riunione “galeotta” in cui avviene il tradimento di una madre di famiglia, tema centrale della canzone e del video.
La giovanissima miss è il perfetto contraltare della protagonista, che risponde alle forme prorompenti con un sorriso semplice ed un trucco leggero.

Non è la prima volta in cui le modelle che hanno posato per “Nonsolomodanews”partecipano poi ad un videoclip della band bolognese. Già Sonya Gilli e Giusi Modderno furono le spietate vampire di “Dylan Dog”, in cui seminavano il panico tra gli avventori di un locale guidate da una luciferina Anna Falchi.

La scelta degli Stil Novo è sempre ricaduta su figure femminili forti e spiazzanti: Alessia Merz vestì addirittura i panni della morte, sorridendo invisibile davanti agli occhi di una ragazza che si dispera per il trapasso del suo compagno. Cristina del Basso era la vittima ribelle di uno stalker, che dopo il femminicidio rimane come spirito a tormentare il suo aguzzino.

Andy in studio con Stil Novo
Andy in studio con Stil Novo

Ma ora è il momento di “Scelgo il silenzio”, spinto anche dalla voce e dai sintetizzatori di Andydei Bluvertigo, che ha aiutato gli Stil Novo nella realizzazione di quest’ultimo lavoro.

Magi continua perciò realizzare progetti nel mondo dello spettacolo, e dopo la fascia di miss può godersi la soddisfazione di aver lavorato ad un progetto con grandi nomi come quello di Marika Fruscio e del poliedrico artista dei Bluvertigo.

IL VIDEOCLIP: https://www.youtube.com/watch?v=ZwM3Cyr_CgU

FACEBOOK STIL NOVO: http://www.facebook.com/glistilnovoufficiale

Pagina Facebook Stil Novo:
https://www.facebook.com/glistilnovoufficiale?fref=ts

Canale youtube Stil Novo:
https://www.youtube.com/channel/UC1lRM8rJ9kUgfwLe5XA8GTA

Articoli

Sharon Alario e Giada Girardi, debuttano il 24 giugno 2015 su Dixieland Radio con il programma Picche o Cuori

sharon-e-giada-in-red-and-black

<<M’ama, non m’ama, m’ama, non m’ama, m’ama….questo è il dilemma. Ma perché se mi ama non me lo dice direttamente? Intanto così noi donne distruggiamo centinaia di fiori alla ricerca della vera risposta.>> Mentre i fiori nei prati iniziano a sparire sempre di più, sta arrivando la rubrica che porrà fine alle vostre domande più segrete sull’amore.

Dixieland Radio
Dixieland Radio

Nella vita è meglio vivere giocando la propria carta di cuori o è meglio a volte lanciare un bel due di picche? Chi non ha mai ricevuto un due di picche o dato un due di picche? Ebbene ora è arrivato il momento che, di questi argomenti amorosi, se ne possa parlare in radio liberamente e questo avverrà on line su Dixieland Radio, il programma sull’amore condotto da Sharon Alario e Giada Girardi.

Picche o Cuori” è il programma che da mercoledì 24 Giugno dalle 13:00 alle 15:00 su Dixieland radio affronterà questo tema.

Chi dalle colonne di Nonsolomodanews non conosce Sharon e Giada? La prima, fotomodella, conduttrice e attrice (a breve la vedremo nuovamente al cinema in Infernet prodotto da Michele Calì vulcanica ragazza di origine mantovane che negli ultimi anni ha visto la sua carriera aprirsi ad orizzonti nuovi) mentre la seconda, soubrette, modella e attrice dalle origini venete, e anche lei sulla strada per il successo?

Sharon e Giada in red and black
Sharon e Giada in red and black

Sharon e Giada nel programma radiofonico “Picche o Cuori” saranno le vostre <<cupide>> che sotto le note musicali delle Hit del momento renderanno i vostri pomeriggi divertenti e discuteranno con voi pubblico i segreti mai risolti sui piccoli problemi di cuore, vi attendono su sito “Dixieland radio” oppure scaricando l’app gratuita dal cellulare “Spreaker.com” .

Attraverso chiamate e messaggi chiunque potrà partecipare sentendosi protagonista.

In bocca al lupo a Sharon&Giada per questo debutto e invitiamo i lettori di Nonsolomodanews ad ascoltare il programma “Picche o Cuori” su Dixieland Radio. Che aspettate?

 

Bruno Angelo Porcellana

 

Shooting

Francesca Cini, in arte Tekla Bless, ci racconta la sua esperienza a the voice of Italy 2015 nel team Loser di J-AX

7148-thumb

Nonsolomodanews intervista Francesca Cini, in arte Tekla Bless. Francesca vive a Borgonuovo di Sasso Marconi, in provincia di Bologna, insieme alla sua famiglia. Studia canto da otto anni. È stato suo fratello maggiore a spingerla ad intraprendere la carriera artistica. Ha conseguito il diploma di grafico pubblicitario e, da anni, affianca all’attività lavorativa quella artistica. Scrive lei i suoi pezzi: sia testo che musica. Queste poche righe sono state prese dal sito ufficiale di the voice of Italy 2015http://www.thevoiceofitaly.rai.it/talenti/francesca-cini/#tab-id-2. Abbiamo conosciuto Francesca alcuni anni  fa dopo avere visto pubblicata una fotografia su FB e così l’abbiamo invitata a posare in studio. Una bella conferma. Ragazza semplice dai sani principi e una forza di volontà importante e quando abbiamo saputo che partecipava a the voice of Italy 2015 siamo subito diventati suoi fan. The voice of Italy è terminato con la vittoria di Fabio Curto mentre la nostra Tekla è stata eliminata ai live. Ringraziamo Tekla per averci concesso questa intervista e auguriamo ai nostri lettori buona lettura.

Ciao Tekla, come stai? “Bene, adesso siamo tornati alla vita cosiddetta normale, quindi molto bene, più rilassata e più tranquilla”.

Ci vuoi raccontare il tuo the voice of Italy 2015, ovvero da quando hai deciso di partecipare ai casting a quando hai saputo che partecipavi, in modo tale da capire, comprendere l’evoluzione? “Io ho sempre fatto i provini per qualsiasi talent riguardante il canto e la musica però negli ultimi anni  avevo perso la fiducia in queste cose e perciò non avevo molto voglia di fare questo provino. Poi, nel caso di the voice, la procedura è che si manda la email e se si viene scelti ti comunicano un luogo e un orario d’incontro. Devo dire che un po’ mi ha costretto mia zia Gisella (sorella di mamma, ndr), io non volevo neanche inviare l’email ma lei mi ha  r….  tanto le scatole nel ricordarmi di mandare l’email e alla fine ho inviato tutto il materiale”.

Tu non ci credevi e un giorno ti hanno chiamata?  “Si. Inizialmente con gli autori e quelli che si interessano dei provinanti. Non ti dicono nulla, non ti danno false speranze, nulla di nulla. Rimane un punto interrogativo fino all’ultimo minuto. Questo è avvenuto anche nel programma e nelle fasi del programma stesso. Della serie:  sono entrata, sono tranquilla e qualcosa faccio. Non è così, sei sempre in bilico ed è un perenne provino anche il programma in sè. Il provino andò  bene anche se sul momento non mi dissero nulla e poi ho aspettato un mese per andare a registrare la prima blind a Milano”.

Che cosa hai pensato dopo la tua prestazione canora alle blind? “Non sapevo nulla, in quanto, devo dire la verità i talent non incontrano i miei favori.  A me piace molto <<sentire>> la musica e nei talent la tengono molto lunga. Inizialmente facevo fatica a seguire per intero il talent e l’ho scoperto mentre lo facevo. Il blind (la prestanzione canora con i coach girati e che sentono solo la voce e non vedono i cantanti ndr) credo che sia stata la parte più bella di tutto il programma è ovvio che ringrazio AX (J-AX ndr) per essermi presa il lusso di essermi esibita durante un live show, quindi nella fase finale del team loser. Ribadisco che la parte più bella come crescita artistica è avvenuta proprio durante le blind. Sul momento non riesci a realizzare, lo fai in seguito”

Tu hai già parlato di J-AX Alessandro. Che cosa ti ha colpito di lui e cosa ha significato per te far parte del suo team? “J-AX è sempre stato il mio idolo da quando ero bimba, quindi è come vedere la persona che stimi dal punto di vista artistico che poi lavora con te o lavora su di te è stato un sogno ad occhi aperti. Io non sono stata mai la fan accanita che lo aspettava ai concerti, ero semplicemente quella che era iscritta al fan club perchè piaceva la persona. Però è ovvio che uno schermo (TV ndr), una radio crea il personaggio e spesso la persona passa in secondo piano. In questo caso ho avuto anche la possibilità di conoscere la persona ed effettivamente è così come si vede. E’ molto limpido, molto tranquillo e una persona estremamente timida, sembra una persona fuori dalle righe e invece è una persona molto sulle sue, molto educato e non “sbordellone” come lo si dipinge. Il tatuaggio dà un’mmagine ed è in forte contrapposizione con la dolcezza d’animo che dimostra. J-AX è una persona che la sa lunga rispetto a quei signorotti in giacca e cravatta che mentre spingono il passeggino (come J-AX canta in una sua canzone) messaggiano con l’amante… J-AX mi ha dato l’impressione di una persona limpida e concreta”.

Tu hai fatto parte del team di J-AX. A the voice of Italy c’erano i Facchinetti (Roby e Francesco) Noemi e Piero Pelù, con chi ti sarebbe piaciuto collaborare? “J-AX era la mia scelta e sono ancora convinta di avere avuto con lui le giuste energie per arrivare dove sono arrivata, però, obiettivamente parlando, anche Piero (Pelù ndr) mi aveva colpita perchè è una persona con grande, grande, grande, cultura musicale. Capendo il mio carattere musicale poteva sicuramente seguirmi adeguatamente nonostante lui abbia la figura del rocker. Stesso discorso con Noemi.  Noemi l’ho rivalutata piano piano nel programma. La seguivo come artista musicalmente e non come figura generale e non sapevo come potesse essere. Invece i Facchinetti mi sarebbero piaciuti… Facchinetti senior mi ha colpito molto, c’era molta affinità canoro e artistico”.

Pensi che TVOI possa essere un trampolino per il successo per la tua carriera o lo consideri un passaggio intermedio? “Per la visualizzazione e farsi conoscere si, essendo un programma che è andato in onda su RAI2, però essenzialmente siamo bombardati da talenti che si distinguono per le proprie cose. Io penso che debba essere sfruttato per il percorso di maturità che ti fa fare, comunque è un ambiente differente e se anche il paragone potrebbe essere forzato è come un incidente in auto da cui apprendi qualcosa, ingurgiti, butti giù, metabolizzi… questo è l’aspetto negativo del talent ma se non fosse stato così probabilmente la crescita sarebbe stata differente”.

La voice of Italy 2015 è Fabio Curto, te l’aspettavi o è stata una sorpresa? “Io sono poco obiettiva e poi, all’interno del programma, tutti mi sono diventati simpatici e quindi non sono nelle condizioni di dire <<preferisco che vinca uno o l’altro>>  forse a livello di team volevo che vincesse Carola (Campagna ndr) ma contemporaneamente anche Fabio per tutti i viaggi Bologna – Milano che ci siamo fatti insieme. Io sono contenta che abbia vinto Fabio perchè porta una ventata di novità, fa country, fa folk e meno che pop, ma la vendi bene anche sul pop. Fabio fa sfumature che raccoglie tantissime fasce di età. Sono contenta per lui”.

Calcio. Tu vivi in provincia di Bologna e il Bologna è tornato in serie A. Ti interessi di questo sport? “Auguri al Bologna ma io seguo il motociclismo che fa mio fratello”.

Programmi futuri. C’è la possibilità di venirti a sentire per gli amici di Nonsolomodanews dell’Emilia Romagna? “Il giorno 6 luglio mi esibirò presso l’istituto Ramazzini di Ozzano per una causa benefica e durante la quale, essendoci anche un concorso canoro, farò da giudice e poi l’11 luglio a Fanano, la stra• Fanano, notte bianca nella quale suonerò”.

Per chi volesse sapere della tua estate a livello artistico, come devono fare i lettori di Nonsolomodanews? “Sicuramente seguendo le mie pagine sui vari social come FB, twitter e sul canale youtube “.

Ringraziamento particolare da fare? “Prima di tutto alla mia famiglia. Il percorso è stato impegnativo. Un ringraziamento a tutti quelli che stanno dietro al programma e non si vedono  come Simone De Rosa, gli autori , il mio redattore, che era Fabrizio, J-AX per primo, il mio vocal coach che ha avuto il ruolo rilevante Steve Luchi (batterista di J-AX)”.

Grazie Tekla per questa lunga intervista e in bocca al lupo per il tuo futuro.

Bruno Angelo Porcellana

Articoli

Per il A Summer Musical Festival, la BMST in scena con NINE al Piccolo Teatro del Baraccano

DSC_8897

DSC_6628

Dopo “Lucky Stiff” (andato in scena al Duse di Bologna) e “Avenue Q” proseguono le proposte della prestigiosa Bernstein School of Musical Theater (BSMT) della direttrice Shawna Farrell nell’ambito della rassegna “A summer musical festival”. Il debutto di “Nine” è avvenuto giovedì 11 giugno 2015 sul palco del Cortile del Piccolo Teatro del Baraccano a due passi dai giardini Margherita e Porta Santo Stefano. Repliche sono previste fino a domenica 14 giugno 2015. In poche parole, riprendendo il “Dizionario dei Musical” a cura di Gabriele Bonsignori – ed. Dino Audino -Nine  è versione in musical del celebre film di Federico Fellini “Otto e mezzo”; all’epoca il regista riminese non era molto convinto di questa trasposizione, dopo diverse pressioni acconsentì alla trasposizione a patto che ne venisse cambiato il titolo (da Otto e mezzo divenne Nove) e che all’interno non ne venissero forniti riferimenti espliciti. Tuttavia “Nine” segue la trama surreale e simbolica della pellicola. La narrazione riguarda le crisi interiori del regista italiano Guido Contini, genio cinematografico attorniato da troppe donne e da una moglie per nulla disposta a perdere il suo ruolo di legittima consorte. L’uomo in crisi per un calo di creatività, nonostante le pressioni dei media non riesce a portare a termine il suo ultimo film e rimane intrappolato nei suoi ossessivi ricordi: le varie amanti della sua vita, la moglie stessa, la madre defunta e il suo alter ego bambino.

Continue Reading